Enjoy porta il vehicle sharing a Catania

Catania abbraccia in un colpo solo car sharing e scooter sharing: l’esordio di Enjoy porta il vehicle sharing in Sicilia con 170 auto e 30 scooter.

13 giugno 2016, giorno che Catania ricorderà probabilmente per l’esordio della nazionale italiana agli Europei di Francia e per l’esordio di Enjoy tra le strade della città. E chissà che i due ricordi non si intreccino: in quattro su una Fiat 500 rossa per raggiungere la casa di un amico ove guardare la partita, per poi tornare a casa ascoltando sull’autoradio i commenti del dopo gara. Se i destini della nazionale di calcio sono nei piedi dei selezionati di Antonio Conte, i destini della mobilità intelligente tra le strade di Catania sono ora nelle mani dei catanesi: la città è da oggi avanguardia del car sharing e dello scooter sharing nel meridione, portando in Sicilia quella ventata di novità che già soffia da alcuni mesi tra le strade di Milano, Roma, Torino e Firenze.

La conferenze stampa è stata presieduta dal sindaco Enzo Bianco con la presenza dei vertici Eni (Salvatore Sardo), Piaggio (Luca Sacchi), FCA (Stefano Cesini) e Trenitalia (Ernesto Sicilia), ingredienti di un progetto che nell’integrazione stabilisce il baricentro del proprio agire: i veicoli non devono infatti soltanto essere condivisi, ma anche pensati all’interno di un ecosistema di trasporti intelligente. Così come il trasporto su binario è in grado di velocizzare e migliorare le tratte di lunga percorrenza, il car sharing è infatti la soluzione ideale per l’ultimo chilometro, quello che deve consentire a chiunque di poter raggiungere il centro cittadino in piena libertà e con costi contenuti.

Esattamente questo è l’obiettivo di Enjoy: 25 centesimi al minuto per spostarsi in auto, 35 centesimi al minuto per spostarsi in scooter, iscrizione gratuita, parcheggi gratuiti anche in linea blu e la continua disponibilità di veicoli il cui reperimento è facilitato e automatizzato da una apposita app per smartphone. Il Comune di Catania, da parte sua, vede in questa apertura un passo fondamentale per il raggiungimento di alcuni obiettivi di grande importanza: la riduzione del parco veicoli circolante, il decongestionamento del traffico ed il miglioramento della qualità della vita dei cittadini catanesi. La riduzione del parco veicoli è un obiettivo di medio periodo direttamente collegato al successo che Enjoy avrà tra i cittadini; il decongestionamento del traffico è un percorso che va di pari passo con l’imporsi del car sharing come soluzione praticabile e utile; il miglioramento della qualità della vita è invece conseguenza dei primi due obiettivi, sommatoria immediata di tutta una serie di passi avanti che una mobilità più sostenibile consentirebbe (dalla riduzione dell’inquinamento acustico all’abbattimento delle polveri sottili, passando per vie urbane a misura d’uomo e minor stress da traffico).

Enjoy, a Catania un nuovo inizio

Catania ha peraltro un record dalla sua parte: la città siciliana è la prima ad ospitare contemporaneamente tanto l’esordio del car sharing quanto l’esordio dello scooter sharing. Enjoy sbarca nell’Italia meridionale, quindi, gettando in strada tutto il proprio potenziale fin da subito: 170 auto e 30 scooter MP3 Piaggio rossi sono disponibili fin da subito. L’area coperta dal servizio sarà pari a circa 30 kmq, ma fin da subito eni ricorda come ogni dettaglio è in continua evoluzione sulla base dei feedback raccolti e sulla base delle abitudini d’uso dei cittadini.

Catania è un importante banco di prova anche per un ulteriore dettaglio sul funzionamento di Enjoy. Spiega infatti Eni:

Grazie al recente rafforzamento della partnership con Enjoy ha deciso inoltre di installare su tutte le auto catanesi un dispositivo telematico che consente di verificare il corretto utilizzo del veicolo e stabilire la dinamica di eventuali sinistri: in questo modo si vuole aumentare la disponibilità di mezzi efficienti ed incoraggiare uno stile di guida attento alla sicurezza coerente con lo spirito della condivisione di chi vive nell’era della sharing mobility.

Il test di Catania servirà per capire se il meccanismo di controllo funzioni a dovere, così da portarne quindi l’adozione sull’intera flotta Enjoy a livello nazionale.

Mentre l’alta stagione del turismo estivo sta per iniziare, insomma, mezzo milione di italiani sa di poter contare su Enjoy per potersi spostare in città: con 470 mila utenti già iscritti ed oltre 500 nuove iscrizioni al giorno, Catania diventa la nuova meta possibile per l’esercito dell’utenza Enjoy e muoversi nella città potrà dunque essere più semplice e soprattutto a portata di app: un solo sistema che unisce l’Italia del vehicle sharing, con marchio italiano e veicoli italiani. Nel giorno dell’esordio degli azzurri a Euro 2016, insomma, inevitabilmente un segno di buon auspicio per la mobilità catanese.

Ti potrebbe interessare
TIM Young: 1000 SMS e 1GB di traffico dati al mese
Prezzi e tariffe

TIM Young: 1000 SMS e 1GB di traffico dati al mese

Tim ha ufficializzato una nuova promozione dedicata esclusivamente ai suoi clienti più giovani. TIM Young è attivabile sulle SIM ricaricabili esclusivamente dai clienti under 30 e prevede una serie di agevolazioni interessanti. TIM offre ben 1000 SMS da inviare verso tutti in un mese più 1GB di traffico dati da consumarsi sempre in un mese.

Osborne 1: il primo notebook compie 30 anni
portatile

Osborne 1: il primo notebook compie 30 anni

Presentato dalla Osborne Computer Corporation dell’aprile del 1981, l’Osborne 1 viene considerato il primo portatile della storia. In realtà, considerato il peso (10,7 Kg) può essere definito un PC “trasportabile”, piuttosto che un portatile. Proprio per questo, è stato realizzato con una robusta custodia in ABS dotata di maniglia.30 anni di evoluzione informatica rappresentano un’eternità

Windows 7 ha già un grosso vantaggio su Mac
Microsoft

Windows 7 ha già un grosso vantaggio su Mac

Le recenti informazioni rilasciate da Microsoft mostrano un incremento della scelta di Windows 7 come nuova piattaforma rispetto a Mac. Si tratterebbe di un risultato davvero positivo per l’azienda di Redmond che ha tanto investito sul nuovo sistema operativo.Secondo Todd Bishop la crescita sarebbe nell’ordine del 35%, rendendo di fatto le quote di Windows ormai

Microsoft paghi nonostante il ricorso in appello
Business

Microsoft paghi nonostante il ricorso in appello

Un giudice della Corte Federale di San Diego ha imposto a Microsoft di saldare i conti con Alcatel-Lucent pagando gli 1.53 miliardi dovuti. Microsoft è pronta a ricorrere in appello e porta sul tavolo della vertenza una nuova sentenza della Corte Suprema