Jaguar Land Rover: guida autonoma, anche off road

L’automaker britannico è al lavoro su un sistema self-driving in grado di rilevare e gestire autonomamente il passaggio dall’asfalto allo sterrato.

Parliamo di

Per poter essere definita davvero efficace, una tecnologia deve saper garantire un’efficienza ottimale in ogni situazione, indipendentemente dall’ambito in cui si trova ad operare. Questo vale anche per i sistemi di guida autonoma. Il progetto messo in campo da Jaguar Land Rover punta in questa direzione e mira a portare le self-driving car ovunque, anche sullo sterrato.

L’automaker è al lavoro su un insieme di telecamere, LIDAR, radar e sensori ultrasonici in grado di identificare le differenti tipologie di strade, così da adattarsi in tempo reale all’asfalto come ai tratti off road, muovendosi in tutta sicurezza. L’impianto equipaggiato a bordo ricrea una mappa 3D dell’ambiente circostante, rilevando anche elementi come i rami degli alberi sporgenti o le pozzanghere, calibrando così con estrema precisione gli spostamenti, l’angolo di sterzata, la velocità ecc. Trattasi al momento di un concept e non ci sono tempistiche in merito al possibile lancio sul mercato.

La tecnologia funziona al pieno delle sue potenzialità quando in grado di raccogliere i dati di più vetture che creano ciò che Jaguar Land Rover chiama convoglio off road connesso. I singoli veicoli condividono con gli altri non solo la propria posizione, ma informazioni dettagliate sulle sollecitazioni rilevate dalle sospensioni per ogni buca, la resistenza incontrata dal rotolamento degli pneumatici e molto altro ancora. Se uno dovesse incontrare un ostacolo impossibile da superare, gli altri ne terrebbero conto, cercano un tragitto alternativo per giungere a destinazione in modo più agevole.

Il gruppo sta pensando di adattare il sistema ai mezzi impiegati durante i safari, in modo da rallentare la marcia per consentire a chi si trova a bordo di scattare fotografie o osservare gli animali nei paraggi passando inosservati.

Ti potrebbe interessare
Lego..ogle!
Web e Social

Lego..ogle!

Ho appena visto il logotipo di Google rivisitato in occasione del cinquantesimo anniversario di Lego. Un esempio di prodotto senza età, che avrà anche perso il suo smalto (deve combattere con la Wii e gli altri mostri videoludici) ma resta un’icona tra le case history mondiali di brand awareness. L’idea che i bambini potessero costruire

Cosa ci ha portato il 2007
Web e Social

Cosa ci ha portato il 2007

L’anno che ormai rimane alle nostre spalle è stato un incubatore di progetti sensazionali, un trampolino di lancio per numerosi prodotti e servizi e il periodo dove i social media hanno raggiunto l’apice di influenza mediatica.Ma cosa ci ha portato il 2007 in ambito di Webmarketing e più in dettaglio in ambito dei motori di

Anche Adobe accoglie l’XML
Software e App

Anche Adobe accoglie l’XML

Adobe sfida Microsoft nel campo della distribuzione in rete di documenti in formato XML. Il software, ancora senza un nome, sarà in commercio nel 2004 e concorrerà con InfoPath incluso in Office 2003