Opera Max raggiunge i 50 milioni di utenti

Opera Max, l’applicazione Android che consente di ridurre il consumo dei dati, viene utilizzata da oltre 50 milioni di utenti attivi al mese.

Compressione dei dati, monitoraggio dei consumi e blocco degli ad trackers sono alcune delle funzionalità offerte da Opera Max per Android. La software house norvegese ha annunciato ora che l’applicazione ha raggiunto i 50 milioni di utenti attivi al giorno. Si tratta di un risultato molto importante, considerato che nel mese di maggio il numero era cinque volte inferiore (10 milioni). Per celebrare l’evento è stato introdotto il VIP mode.

Opera Max è stato progettato per ridurre il consumo dei dati da parte delle app, bloccando eventualmente la loro esecuzione in background. La tecnologia di compressione è stata successivamente introdotta anche per video e musica in streaming. L’app funziona come un web proxy che intercetta tutto il traffico ed effettua il routing verso i server dell’azienda norvegese, sui quali viene eseguito il software che permette di ridurre fino al 50% la dimensione dei contenuti, senza comportare una perdita significativa di qualità. Recentemente è stato aggiunto anche il blocco degli script e dei cookie che tracciano la navigazione dell’utente per visualizzare banner pubblicitari personalizzati.

La software house sottolinea però che queste funzionalità richiedono l’esecuzione di un servizio cloud e di elevate capacità di calcolo. Ecco perché sono gratuite, ma vengono disattivate dopo un certo periodo di tempo. L’utente deve riattivarle manualmente ogni 12 ore e accettare la visualizzazione di un banner nell’applicazione. Con il VIP mode è stato ora eliminato il limite temporale, ma l’inserzione pubblicitaria verrà mostrata sul lockscreen durante la ricarica dello smartphone o del tablet.

Opera Max VIP mode

Si tratta sicuramente di un buon compromesso, dato che Opera Max è gratuito e il banner non viene visualizzato quando l’utente utilizza il dispositivo mobile. La software house promette altre novità nel corso del 2017.

Ti potrebbe interessare