Tesla Autopilot 2, in arrivo il nuovo software?

Tesla rassicura che il nuovo software per l’Autopilot 2.0 è in fase di sviluppo e che necessita solo di essere validato sulle strade.

Parliamo di

I nuovi proprietari di una Tesla Model S e Model X con installato l’Autopilot versione 2.0 attendono con ansia che l’azienda rilasci un aggiornamento che permetta alle loro auto di poter disporre delle stesse funzionalità oggi presenti nelle auto con la prima generazione dell’Autopilot. Come noto, Tesla ha iniziato ad offrire una nuova piattaforma hardware che consentirà di permettere alle sue auto di guidare in completamente automatismo in futuro. Al momento, però, il nuovo hardware non offre nemmeno le stesse funzionalità di quello vecchio a causa di alcuni aggiustamenti software che devono essere effettuati visto che la nuova piattaforma utilizza diversi sensori. Attualmente mancano funzionalità come il parcheggio automatico, il summon, l’auto sterzo, il cambio di corsia e molto altro.

Elon Musk è intervenuto direttamente su Twitter per rassicurare i proprietari delle nuove Tesla affermando che la società sta facendo passi in avanti nello sviluppo del software. Tuttavia, si ricorda che al momento dell’annuncio della nuova piattaforma, Tesla aveva sottolineato che l’affinamento software avrebbe richiesto un po’ di tempo e non sarebbe stato rialsciato sino a che non sarebbe stato accuratamente validato per assicurarsi che possa fornire prestazioni ottimali e superiori al sistema di prima generazione. Da quel momento Tesla avrebbe potuto ulteriormente affinarlo grazie ai dati raccolti dalle sue auto sfruttando una tecnologia di machine learning.

[embed_twitter]https://twitter.com/elonmusk/status/811738008969842689[/embed_twitter]

Elon Musk, ha, infatti, affermato che è necessario, adesso, accumulare un certo quantitativo di ore su strada per affinare il software e validarlo prima di poterlo rilasciare. Difficile capire quanto tempo ci vorrà, però, in quanto le Tesla con il nuovo Autopilot non sono ancora moltissime e questo potrebbe rallentare la raccolta dei dati. In origine l’azienda aveva promesso il rilascio del software entro la fine di dicembre e sembra che la società punti ancora a questo obiettivo anche se alla fine dell’anno mancano pochissimi giorni.

Effettivamente, Elon Musk, sempre tramite Twitter, ha promesso novità entro la fine della prossima settimana. Da verificare, dunque se la promessa sarà mantenuta.

[embed_twitter]https://twitter.com/elonmusk/status/812100877708234752[/embed_twitter]

Una volta che l’aggiornamento sarà rilasciato, Tesla potrà progressivamente integrare le funzionalità mancati.

Ti potrebbe interessare
Nexus One, il presunto iPhone Killer, è un insuccesso
Apple

Nexus One, il presunto iPhone Killer, è un insuccesso

Nexus One, lo smartphone acclamato a gran voce per le sue potenzialità che, in brevissimo tempo, avrebbero scalzato iPhone dal podio dei dispositivi portatili, è in realtà un insuccesso commerciale. Come rivela AppleInsider, infatti, in 74 giorni sono stati venduti 135.000 telefoni targati Google, a fronte di 1 milione di iPhone venduti nello stesso lasso

Gmail, breve considerazione
Web e Social

Gmail, breve considerazione

Il team Gmail ha spiegato nei giorni scorsi come stia continuando il processo di sviluppo del servizio. Nuove funzionalità, infatti, vengono poco alla volta proposte agli utenti, questi ultimi le fanno proprie per via volontaria in base alle proprie necessità d’uso del client, quindi nel caso vengono promosse a funzionalità standard. Così è successo nei

5 step per postare in modo continuativo
Web e Social

5 step per postare in modo continuativo

Il fenomeno del blogging ha permesso l’evoluzione di figure professionali capaci di creare un prodotto editoriale interessante ed originale basato su un fattore importante, il costante aggiornamento dei contenuti.Il problema sorge però quando i contenuti stessi iniziano a scarseggiare a causa della mancanza di idee o di voglia, note dolenti di un editore professionista.

GSmart t600, telefono e TV digitale terrestre
Google

GSmart t600, telefono e TV digitale terrestre

Gigabyte sta lanciando in questo periodo il nuovo PDA phone GSmart t600, presentato come il primo ad essere dotato del ricevitore digitale terrestre DVB-T/H.Gli utenti potranno così vedere i programmi televisivi direttamente sullo schermo da 2,6″ con risoluzione VGA o ascoltare i canali audio digitali.Il palmare opera con l’ultima versione di casa Microsoft Windows Mobile

Free-hotspot porta il WiFi gratis in Italia
Prezzi e tariffe

Free-hotspot porta il WiFi gratis in Italia

Free-Hotspot.com è pronto a portare la connettività wireless gratuita anche in Italia. Il gruppo, già ricco di 600 hotspot in tutta Europa, ha identificato un sistema di ‘scratch card’ per autenticare rapidamente gli utenti limitando l’handicap normativo