La Tesla Model Y sarà basata sulla Model 3

La futura Tesla Model Y, il piccolo SUV compatto elettrico e a guida autonoma, arriverà verso fine 2019 e sarà basata sulla piattaforma della Model 3.

Dopo il lancio della Tesla Model 3, Elon Musk già pensa al futuro chi si chiama Model Y. Trattasi della variante SUV compatto dell’attuale Model 3 che permetterà di ampliare considerevolmente l’offerta di auto elettriche a guida autonoma. Su questo prossimo modello, Musk ha fatto un’importante dichiarazione e cioè che la Model Y si baserà sulla piattaforma dell’attuale Model 3. Può sembrare una dichiarazione scontata ed invece no.

Non troppo tempo fa, infatti, Elon Musk aveva dichiarato che la Model Y sarebbe stata costruita su una piattaforma tutta nuova ed estremamente innovativa. Piattaforma che avrebbe messo la parola fine al classico impianto elettrico a 12 volt utilizzato ancora oggi in tutte le Tesla. Una scelta che avrebbe permesso di semplificare sensibilmente il processo costruttivo. Meno cablaggi, infatti, significa arrivare ad una migliore automazione nelle linee costruttive. Ma per quanto affascinante, questa idea mal si coniuga con le necessità industriali e quindi per poter arrivare il prima possibile sul mercato, la Model Y sarà realizzata sulla base della Model 3.

Inoltre, creare una nuova piattaforma richiederebbe ingenti investimenti che Tesla non può permettersi ora. La Model Y, dunque, sfrutterà molte delle componentistiche della Model 3. Il debutto non è lontanissimo nel tempo. Elon Musk evidenzia che l’entrata in produzione della Model Y è attesa per la fine del 2019 o al più tardi all’inizio del 2020.

Con il debutto di questo SUV compatto, Tesla punta a raggiungere e superare il traguardo del milione delle auto prodotte entro il 2020.

Ti potrebbe interessare
Firefox 5 beta disponibile sull’Android Market
Mozilla Firefox

Firefox 5 beta disponibile sull’Android Market

Giornata interessante per tutti coloro che utilizzano spesso i propri dispositivi mobile per la navigazione sul Web. Dopo il rilascio di Opera Mini 6 per iPhone e iPad, un altro browser ottimizzato per i device portatili fa il suo debutto. In questo caso cambia però sia il sistema operativo che il software: sulle pagine dell’Android

IdeaPad Y560d: il notebook 3D di Lenovo
ati

IdeaPad Y560d: il notebook 3D di Lenovo

Il 3D si appresta ad invadere ogni settore di mercato, dai televisori alle console da gioco. nVidia è stata la prima a presentare una tecnologia per la visione stereoscopica (3D Vision), ma ATI sta iniziando a ridurre le distanze dalla rivale.