Nintendo Switch non si ferma: più unità in arrivo

Incrementati i ritmi di produzione per Nintendo Switch: dai 25 ai 30 milioni di unità nel corso del prossimo anno fiscale, così da rispondere alla domanda.

Parliamo di

La lezione impartita dal passo falso compiuto con Wii U è stata appresa da Nintendo, che con la nuova console ibrida Switch sta registrando un successo andato forse addirittura oltre le più rosee previsioni. La piattaforma continua a vendere bene, molto bene, tanto che in alcuni mercati risulta difficile acquistarne un’unità a causa del sold out. Una situazione che il gruppo nipponico ha intenzione di risolvere al più presto.

Stando a quanto riportato sulle pagine del sito GameIndustry, Nintendo avrebbe deciso di incrementare ulteriormente i ritmi di produzione, per arrivare a un volume pari a 25-30 milioni di pezzi nel corso del prossimo anno fiscale, dunque entro la fine del marzo 2019. A trainare il successo della piattaforma sono in primis titoli del calibro di The Legend of Zelda: Breath of the Wild e il più recente Super Mario Odyssey, platform osannato da pubblico e critica, che su parecchie testate della stampa specializzata ha raggiunto il perfect score. Giochi di punta capaci di mantenere ben saldo lo zoccolo duro di appassionati di vecchia data e al tempo stesso di conquistare nuovi fan.

Nell’ambito di una console war che oggigiorno assume connotati inediti, Switch deve vedersela con Sony e Microsoft, più precisamente con PS4 Pro e Xbox One X, le ultime due evoluzioni delle rispettive console. Nintendo non combatte però questa battaglia a suon di specifiche, ma puntando su un’esperienza differente, in gran parte basata su esclusive di spessore. Al momento il numero di unità distribuite a livello globale è pari a 7,63 milioni (stando agli ultimi dati ufficiali), con l’obiettivo di raggiungere i 14 milioni entro il prossimo marzo. Un target raggiungibile, se si considera l’avvicinarsi delle festività, periodo che da sempre vede aumentare il numero di unità vendute da mettere sotto l’albero.

Ti potrebbe interessare