QR code per la pagina originale

YouTube: arrivano le Storie, si chiameranno Reels

YouTube annuncia l'arrivo di Reels, un nuovo formato simile alle Storie di Snapchat, Instagram e Facebook che si differenzierà però in alcuni elementi.

,

Anche YouTube sta aggiungendo le Storie al proprio servizio divenendo così ancora più social e orientato alla community. Il popolare formato prima introdotto da Snapchat e poi adottato da Instagram, Skype, Facebook, Messenger e persino da alcune app per gli incontri, è infatti al momento in fase di beta test da parte di alcuni utenti selezionati ed è denominato YouTube Reels, ma pare che vi siano alcune differenze rispetto a tutte le altre versioni delle Storie finora viste sugli altri social.

Il lancio della versione beta di Reels è stato annunciato ufficialmente da Google con un post sul blog dedicato alla community di YouTube, in cui l’azienda rende noto che:

vogliamo fare ancora di più per darti modi semplici per esprimere te stesso e interagire con i fan, quindi oggi stiamo svelando una nuova funzionalità. Reels è lo spin-off di YouTube del popolare formato “Storie”, progettato specificatamente per i creatori di YouTube. […] Proprio come abbiamo fatto con Community, sperimenteremo una versione beta di Reels per apprendere e migliorare il prodotto prima di espanderlo a più creatori.

Mentre la società non ha ancora annunciato quando il nuovo formato sarà disponibile a tutti, TechCrunch ha chiesto al team di YouTube di fornire alcuni dettagli a riguardo dai quali si evince meglio quali saranno gli elementi differenzianti di Reels rispetto alle Storie. I creator potranno creare brevi video da 30 secondi realizzati sui loro dispositivi mobile e aggiungervi elementi come filtri, musica, testo e adesivi, ma i video di Reels non scadranno dopo 24 ore (rimarranno finché lo youtuber vorrà) e non si posizioneranno in cima alla homepage di YouTube come avviene ad esempio su Snapchat e Instagram: appariranno in una nuova scheda separata presente sul canale di ogni creatore di contenuti.

youtube-reels

Un primo guardo a YouTube Reels. (immagine: Google Blog).

L’idea alla base di Reels è dunque quella di fornire agli youtuber una nuova modalità di espressione che permetta loro di comunicare con i follower senza dover necessariamente postare un nuovo video completo. Il fatto che le Reels non scadano potrebbe dunque consentire a utenti e aziende di pubblicare degli sneak peak interessanti, dei brevi trailer da 30 secondi, di porre delle domande veloci ai propri fan e molto altro. Non resta dunque che attendere di sapere se la funzione prenderà piede come YouTube si aspetta e di conoscere, di conseguenza, quando sarà disponibile a tutti gli utenti.

Fonte: Google Blog • Via: TechCrunch