QR code per la pagina originale

Tesla, ancora 2 anni per la guida autonoma

Elon Musk ha affermato che ci vorranno ancora 2 anni prima che le sue auto a guida autonoma possano davvero guidare in maniera automatica.

,

Per Elon Musk ci vorranno ancora 2 anni prima che le sue autovetture possano raggiungere il livello 5 di automazione, cioè quello in cui le persone diventeranno dei semplici passeggeri e le auto guideranno davvero da sole. L’affermazione è arrivata all’interno dell’appuntamento di NIPS (conferenza sui sistemi neurali di elaborazione dell’informazione), in cui il CEO di Tesla ha anche annunciato che l’azienda sta lavorando ad un suo chip per l’intelligenza artificiale. L’annuncio della timeline per il raggiungimento della completa automazione della guida delle sue auto ha un po’ deluso gli analisti.

Quasi esattamente 2 anni fa, Elon Musk aveva fatto un annuncio quasi del tutto simile e cioè che ci sarebbero voluti 2 anni per la sua piattaforma di guida automa per diventare davvero completamente automatica. Allora, però, Elon Musk aveva anche sottolineato che lo sviluppo avrebbe potuto imbattersi in alcuni problemi legislativi che avrebbero potuto far ritardare il lancio di auto davvero autonome. Tuttavia, a distanza di 2 anni Elon Musk non fa alcuna menzione a problemi legislativi, affermando semplicemente che ci vorranno altri 2 anni prima che la sua piattaforma di guida automa possa arrivare al livello 5 di automazione. Proprio per questo l’azienda ha deciso di produrre un suo chip di intelligenza artificiale per accelerare lo sviluppo della piattaforma di guida autonoma.

Musk ha anche detto che se tra 2 anni la sua piattaforma di guida autonoma diventerà davvero completamente automatica, servirà comunque un ulteriore anno prima che le auto siano più intelligenti alla guida degli essere umani.

Questa nuova timeline ha fatto storcere un po’ il naso perchè l’azienda vende già da due anni un upgrade per la completa guida autonoma sulle più recenti Model S e Model X. Un optional dal costo non indifferente che promette ai proprietari delle autovetture di poter disporre della piena guida autonoma non appena sarà disponibile.

Viste le nuove tempistiche, forse la decisione di offrire questo optional con così largo anticipo potrebbe non essere stata una buona idea per Tesla, soprattutto se alla fine servirà un hardware totalmente nuovo.

Inoltre, l’azienda aveva più volte dichiarato che avrebbe dato una dimostrazione della capacità di guida autonoma delle sue auto entro fine anno. Ma di questo test non si saputo più nulla.

Fonte: Electrek • Immagine: Electrek