QR code per la pagina originale

Airbnb mostrerà le stanze in VR e AR

Airbnb userà la realtà virtuale e aumentata per offrire all'utente un servizio più completo prima del viaggio e dopo aver raggiunto la destinazione.

,

Nelle stesse ore in cui il comune di Parigi chiede all’azienda di rimuovere gli annunci di quasi 1.000 appartamenti, in quanto non rispettano la legge, Airbnb ha annunciato interessanti novità per gli utenti che cercano una stanza sul noto portale. I potenziali ospiti potranno in futuro utilizzare la realtà virtuale e aumentata prima e durante il viaggio. L’idea nata un anno fa verrà ora messa in pratica.

Un dirigente di Airbnb aveva dichiarato al MWC 2016 che la realtà virtuale potrebbe aiutare a costruire una fiducia maggiore tra host e guest. L’azienda di San Francisco ha ora svelato come questa tecnologia (e la realtà aumentata) verrà sfruttata per offrire un’esperienza più “immersiva”. Nel primo caso si potranno usare smartphone e visori, mentre una volta giunti a destinazione gli utenti dovranno fare affidamento sui loro dispositivi mobile. Airbnb sottolinea tuttavia che lo sviluppo è ancora nelle fasi preliminari.

La realtà virtuale può essere sfruttata per pianificare il viaggio. Gli ospiti potranno “camminare” nell’appartamento attraverso foto a 360 gradi o scansioni 3D delle singole stanze. Analogamente sarà possibile muoversi intorno all’abitazione e lungo le strade per individuare la posizione esatta dei punti di interesse (ad esempio, un bar o un supermercato). In futuro si potrà anche incontrare il proprietario all’interno del mondo virtuale.

Con la realtà aumentata sarà possibile invece ottenere informazioni contestuali, inquadrando gli oggetti con la fotocamera dello smartphone. La tecnologia può essere sfruttata, ad esempio, per le indicazioni stradali, per conoscere come aprire la porta dell’appartamento o per tradurre le istruzioni di un elettrodomestico scritte in una lingua straniera. Airbnb comunicherà in seguito le modalità di applicazione della realtà virtuale e aumentata.

Speciale: Airbnb

Fonte: Airbnb