QR code per la pagina originale

Meizu ottiene la certificazione Google

Il produttore cinese annuncia l'ottenimento della certificazione da parte del gruppo di Mountain View: migliorerà l'esperienza offerta agli utenti.

,

Un passo in avanti è stato compiuto da Meizu nel cammino che l’azienda cinese intende percorrere per offrire dispositivi sempre più funzionali ai suoi clienti. Oggi il gruppo annuncia l’ottenimento della certificazione Google. In termini concreti, chi acquisterà uno smartphone del brand non dovrà più scaricare e installare manualmente Play Store per procedere al download di giochi e applicazioni.

La piattaforma sarà preinstallata, così come Google Play Services. Per l’utente finale questo si traduce in un’esperienza migliore e più completa out of the box. Meizu dimostra così di aver ascoltato i tanti feedback raccolti dalla community e di averli presi in considerazione: si parte con il modello PRO 7 (in offerta su Amazon a 344 euro) annunciato l’estate scorsa insieme alla sua variante Plus, entrambi equipaggiati con il sistema operativo Android 7.0 Nougat arricchito dall’interfaccia personalizzata Flyme OS 6.0. La novità, va precisato, per il nostro paese riguarda i device acquistati da rivenditori autorizzati sul territorio italiano.

A partire da Meizu PRO 7 tutti i dispositivi Meizu saranno certificati Google. Questa certificazione prevede che gli smartphone Meizu saranno forniti di Google Play Store preinstallato, lo store dunque non dovrà più essere scaricato da Hot Apps, ma sarà già presente nella home del vostro device, pronto per essere utilizzato.

L’iniziativa non copre dunque i device comprati dalla Cina. Secondo Meizu, l’ottenimento della certificazione Google si traduce anche in una maggiore sicurezza per l’utente finale. Tra i modelli che ne beneficeranno anche M6 Note (in offerta su Amazon a 225 euro), presentato a fine agosto ma non ancora disponibile all’acquisto.

Oltre a Play Store la certificazione Google prevede che sul vostro Meizu siano già preinstallati i Google Play Services, garantendo così un’ulteriore ottimizzazione della ROM dei device e una migliore esperienza di utilizzo per le diverse applicazioni Google, fondamentali per il nostro smartphone.

Fonte: Meizu