QR code per la pagina originale

iMac Pro: dal teardown RAM e SSD aggiornabili

La RAM e i dischi SSD dei nuovi iMac Pro sono aggiornabili, tuttavia è necessario smontare completamente il desktop: è quanto emerge dal teardown.

,

Il nuovo iMac Pro, il desktop professionale di Apple, è giunto nelle mani dei consumatori da pochissimi giorni. E, come consuetudine al lancio di un nuovo prodotto Apple, appare in rete il primo teardown. A smontare pezzo per pezzo il nuovo desktop all-in-one è il provider OWC, pronto a mostrare l’intera procedura in un interessante video condiviso su YouTube. Dal processo, emerge una notizia sicuramente intrigante per gli appassionati dell’universo targato mela morsicata: anche per il modello base, RAM e SSD sono aggiornabili.

L’indicazione non è forse una sorpresa: pochi giorni fa, infatti, Apple ha comunicato come la RAM degli iMac Pro sia sostituibile, seppure con l’aiuto di Apple Store o di un rivenditore autorizzato. OWC ha voluto verificare se questa operazione sia accessibile anche all’utente comune, rilevando tuttavia qualche difficoltà.

La procedura di smontaggio di iMac Pro, infatti, sembra essere molto complicata e impossibile da realizzare in assenza di strumenti professionali. Eppure, il teardown del dispositivo è l’unico modo per aggiornare componenti interne quali la RAM poiché il desktop, a differenza degli iMac consumer, non presenta infatti un comodo slot d’accesso.

OWC ha rivelato come il modello base, con 32 GB di RAM, veda una configurazione da quattro banchi da 8 GB ciascuno, pensati per abilitare le funzionalità quad-channel di lettura della memoria. Ottenuto l’accesso alla scheda logica, tali banchi risultano sostituibili, fino a un quantitativo massimo di 128 GB, con quattro slot da 32 GB ciascuno. Non è però tutto, poiché anche lo storage è aggiornabile: la versione base vede due dischi SSD da 512 GB, collegati fra loro in RAID. Sebbene vi siano delle componenti adesive, a scopo di verifica della garanzia, i due dischi possono essere rimossi e sostituiti con hardware analogo.

Come già anticipato, le operazioni di upgrade della RAM e degli SSD sono possibili unicamente tramite Apple Store oppure rivenditori autorizzati, data la complessità della procedura. OWC, tuttavia, è intenzionato a rilasciare un kit anche per l’utente comune, considerato come le componenti hardware in questione abbiano un costo più ridotto sul mercato rispetto ai prezzi solitamente richiesti dal gruppo di Cupertino.

Galleria di immagini: iMac Pro, le foto

Fonte: 9to5Mac • Immagine: Apple