QR code per la pagina originale

Facebook riconosce gli iscritti nelle foto

Facebook ha iniziato ad informare gli iscritti sulla disponibilità di un sistema di riconoscimento facciale che individuerà i loro volti in tutte le foto.

,

Facebook ha iniziato ad introdurre un nuovo sistema di riconoscimento facciale all’interno della sua piattaforma. Nelle ultime ore, alcuni utenti del social network hanno iniziato a notare un nuovo avviso all’interno del loro News Feed. Nello specifico, questo avviso informa l’utente che all’interno della piattaforma è entrato in funzione un nuovo sistema di riconoscimento facciale che sarà utilizzato per offrire nuove funzionalità come riconoscere le foto in cui si è presenti ed altro.

Inoltre, un link rimanda ad una pagina in cui gli utenti possono trovare ulteriori informazioni e scoprire come possono fare per disattivare questo servizio. Facebook ha utilizzato alcune forme di riconoscimento facciale per anni, in particolare per suggerire i nomi degli amici quando taggano le foto. Interpellato su questa ultima novità, Facebook ha evidenziato che il messaggio fa riferimento alla funzionalità annunciata lo scorso dicembre e che permette di cercare il proprio volto all’interno delle foto in cui non si è taggati. Questa novità è stata rilasciata progressivamente già da fine anno, ma solo adesso è arrivata la conferma.

Facebook riconosce gli iscritti nelle foto

Facebook riconosce gli iscritti nelle foto (immagine: The Verge).

Questo sistema di riconoscimento facciale non sarà disponibile per gli iscritti del Canada e dell’Unione Europea a causa delle normative molto strette di questi Paesi in materia di Privacy.

Curiosamente, questa ondata di notifiche che avvisa della disponibilità di questo servizio arriva a meno 24 ore da una nuova sentenza che ha visto uscire Facebook sconfitto. Il 26 febbraio, un tribunale federale della California ha stabilito che la società è vincolata dal “Biometric Information Privacy Act” dell’Illinois che richiede il consenso di un residente dell’Illinois prima che le sue informazioni biometriche possano essere raccolte e utilizzate.

Tuttavia, secondo Facebook i due fatti non sarebbero correlati visto che già alcuni piccoli gruppi di utenti avevano ricevuto il messaggio di questa nuova funzione nelle settimane precedenti alla sentenza.

Grazie a questa nuova funzionalità di riconoscimento facciale, Facebook avviserà gli utenti attraverso una notifica quando qualcuno caricherà una foto con loro presenti, anche se non saranno stati taggati. L’utente, dunque, potrà poi decidere di inserire un tag o segnalare la foto se pensasse che sia inappropriata.

Oltre alle implicazioni social, questo strumento può risultare utile anche nella lotta contro le molestie all’interno della piattaforma visto che gli iscritti potranno scoprire tutte le foto in cui sono presenti, anche quelle caricate a loro insaputa.

Fonte: The Verge • Immagine: geralt via Pixabay