QR code per la pagina originale

Android P: la prima Developer Preview già a marzo?

Google potrebbe presentare Android P agli sviluppatori prima del previsto, già a marzo, con la prima Developer Preview: ecco cosa ci si attende.

,

La prima versione della Developer Preview di Android P, la prossima release del sistema operativo open source di Google, potrebbe arrivare già a metà marzo, a circa due mesi prima della presentazione ufficiale dell’OS mobile, prevista alla Google I/O di maggio. Lo ha reso noto Evan Glass con un post appena condiviso su Twitter.

Nonostante Android 8 Oreo non sia ancora disponibile su tanti smartphone delle diverse case produttrici, Google è già al lavoro sulla prossima versione della propria piattaforma mobile. Se Oreo ha infatti appena raggiunto l’1% dell’intero mercato Android, il colosso statunitense si sta già muovendo per rilasciare nuove funzionalità. Adesso il tipster seriale Evan Blass afferma dunque che la prima anteprima per gli sviluppatori potrebbe essere disponibile prima del previsto e ciò significa che ci si può aspettare l’aggiornamento in qualsiasi momento dal 12 marzo al 25 marzo.

Si vocifera che Android P offrirà una serie di miglioramenti, incluso il supporto per gli smartphone di prossima generazione con uno schermo pieghevole come il Samsung Galaxy X, così come quelli dotati di un notch, come l’Essential Phone. Potrebbe anche introdurre il blocco preventivo delle chiamate telefoniche, anche se alcuni operatori telefonici potrebbero porre dei limiti a tale possibilità. Ci si attende inoltre una maggiore attenzione per la privacy degli utenti.

Conosciuto internamente come “Pistachio Ice Cream Sandwich” anche se diverse indiscrezioni affermano che sarà pubblicamente noto come Parfait, Pecan Pie, Pineapple o Popsicle, Android P dovrebbe fare la sua prima apparizione ufficiale a breve, infatti Google dovrebbe rivelarlo in occasione dell’attesa conferenza Google I/O in programma per maggio. Non è ancora noto però quando potrebbe pervenire sul mercato pubblico e arrivare dunque sui dispositivi consumer. È tuttavia probabile che il lancio arrivi durante il terzo trimestre dell’anno, dunque nella finestra che va fra luglio e settembre.

Fonte: The Inquirer • Immagine: Bartosz Luczak | iStock