QR code per la pagina originale

Come attivare Samsung Pay

Tutte le istruzioni per arrivare pronti all'esordio di Samsung Pay: come attivare il servizio, come registrare l'account, come installare l'applicazione.

,

Con l’avvicinarsi dell’esordio di Samsung Pay in Italia, cresce la curiosità attorno ad un progetto che potrà trasformare il proprio device in un vero e proprio canale di pagamento in grado di raccogliere vari strumenti in uno. Per arrivare pronti all’esordio, occorre però essere certi di avere tutte le carte in regola per procedere con l’attivazione: attivare Samsung Pay è una operazione semplice e rapida, la cui corretta esecuzione potrà garantire massima velocità nei pagamenti e massima sicurezza nella gestione degli stessi.

Come attivare Samsung Pay

Per attivare Samsung Pay occorre verificare una serie di requisiti, ognuno dei quali fondamentale per potersi garantire l’accesso immediato al servizio. Nello specifico:

Come attivare Samsung Pay

Come attivare Samsung Pay

Compatibilità del dispositivo ()

Prima di ipotizzare l’abilitazione del servizio Samsung Pay occorre essere certi che il proprio dispositivo sia pienamente compatibile. In tal senso Samsung ha fornito indicazioni estremamente chiare, secondo le quali i terminali abilitati sono i seguenti:

  • Galaxy Note8
  • Galaxy S8 e S8+
  • Galaxy A8
  • Galaxy S7 e S7 Edge
  • Galaxy A5 2017
  • Galaxy A5 2016

Interessante notare come si arrivi anche ad un terminale ormai vecchio di un paio di anni, segno di quanto il gruppo intenda ampliare quanto più possibile la base utenti abilitata. Dall’elenco manca con tutta evidenza il Galaxy S9, ma il motivo è unicamente nel fatto che ad oggi il dispositivo di punta del gruppo non è ancora disponibile sul mercato: non appena distribuito, sarà immediatamente contemplato tra i device con accesso abilitato.

Occorre tuttavia porre una ulteriore attenzione: Samsung ha precisato come non tutti i terminali compresi nell’elenco potranno accedere al servizio: «il servizio Samsung Pay sarà disponibile solo sui device compatibili commercializzati da Samsung Electronics Italia».

Registrazione dell’account ()

Per attivare Samsung Pay occorre anzitutto disporre di un Samsung Account, “il gateway al mondo di Samsung”. La registrazione può essere effettuata sull’apposito sito account.samsung.com, punto di partenza per molti servizi quali Samsung Cloud, Bixby, “Trova dispositivo personale”, Samsung Pass, Samsung Health e molto altro ancora.

La registrazione dell’account è un requisito fondamentale ed è dunque possibile portarsi avanti con questa procedura in attesa che Samsung Pay rientri nel ventaglio di offerte accessibili.

Disponibilità di una carta compatibile ()

Avvia Samsung Pay con un tocco sulla parte inferiore dello schermo. Seleziona la carta desiderata, identificati e avvicina lo smartphone al terminale di pagamento: la transazione è già effettuata!

Samsung Pay è un portafoglio digitale che, come da descrizione Samsung, rende semplice e sicura la transazione. Di fatto lo smartphone si pone da tramite tra l’esercente e la carta di credito, consentendo all’utente di non avere in mano altro se non il proprio dispositivo mobile. Collezionando le proprie carte all’interno di Samsung Pay, prende corpo un vero e proprio hub di smistamento dei pagamenti con cui l’utente ha tutta la procedura a portata di mano.

Per consentire a Samsung Pay di procedere con un pagamento, di collezionare uno sconto o di portare avanti qualsivoglia operazione legata alla transazione in atto, è necessario registrare le proprie carte. Non tutte le carte sono compatibili, poiché occorre un preventivo accordo tra Samsung e l’istituto di credito relativo. Al momento del lancio i partner Samsung Pay già ufficialmente accreditati sono i vari Visa, Mediolanum, BNL, CheBanca, Intesa Sanpaolo, Nexi, Unicredit, Mastercard, il circuito Maestro, Hello Bank e V Pay.

Istituti compatibili con Samsung Pay

Istituti compatibili con Samsung Pay

Non tutte le carte emesse da tali istituti sono tuttavia abilitate, quindi occorre rivolgersi presso il proprio istituto di credito per tutti i dettagli del caso. Le carte potranno essere registrate su più device e l’abilitazione delle carte (con tutti i relativi controlli di sicurezza) non dovrebbe durare più di una decina di minuti. Complessivamente, tra Carte di credito, Carte di debito e Carte prepagate, è possibile registrare sul proprio account fino a 10 carte.

La registrazione avviene con una procedura estremamente semplificata, ossia inquadrando la carta con la fotocamera o, in alternativa, inserendo a mano le singole informazioni richieste; «a seconda delle specifiche regole dell’Istituto di Credito, Samsung Pay richiederà di verificare l’identità tramite un’app bancaria, un messaggio di testo, una email o una telefonata».

Per l’aggiunta di una “membership card” è possibile invece agire attraverso l’apposita voce sul menu “Aggiungi carte fedeltà“, inquadrando il codice a barre con la fotocamera così come da istruzioni sull’app; anche in questo caso è disponibile la procedura manuale con inserimento a mano dell’apposito codice.

Download e attivazione dell’app ()

L’applicazione Samsung Pay può essere installata, in attesa dell’attivazione di tutti i tasselli necessari all’accesso al servizio, accedendo allo store Google Play (download).

La registrazione dei propri dati biometrici (iride o impronte digitali) consente l’accesso semplificato al servizio. Quando mancano soltanto pochi giorni all’esordio ufficiale in Italia, l’app Samsung Pay conta quasi mezzo milione di installazioni.