QR code per la pagina originale

Vodafone aiuta i giovani a trovare lavoro

Vodafone ha lanciato un programma internazionale per aiutare 10 milioni di giovani a trovare lavoro nell'era della digital economy.

,

Vodafone punta a voler aiutare 10 milioni di giovani a trovare lavoro. L’operatore ha infatti annunciato il lancio internazionale del programma “What will you be?” che punta a voler offrire supporto alla carriera e l’accesso ai corsi di formazione nell’era della digital economy ai giovani che risiedono in Inghilterra, Irlanda, Italia, Spagna, Germania, Grecia, Portogallo, Turchia, Romania, Albania, Ungheria, Egitto, Repubblica Ceca, Kenya, Ghana, Sud Africa, India e Nuova Zelanda.

Contestualmente, e sempre con l’obiettivo di spingere sulle nuove generazioni, Vodafone ha annunciato di voler incrementare sensibilmente il numero di giovani che entrano in azienda per fare un’esperienza di lavoro nel settore digitale. Per centrare questo obiettivo, Vodafone amplierà i suoi programmi dedicati ai neolaureati, stagisti e apprendisti per raggiungere 100 mila ragazzi e ragazze in tutto il mondo nel corso dei prossimi 5 anni. Questi importanti annunci che vedono l’azienda voler puntare molto sulla formazione delle nuove generazioni, sono stati dati durante la pubblicazione dei risultati di una ricerca che sottolinea come i giovani tra i 18 e i 24 anni non credano di possedere le giuste competenze per poter lavorare e competere nella digital economy, nonostante facciano parte della generazione dei così detti “nativi digitali”.

Secondo una ricerca dell’Organizzazione Internazionale del lavoro, 200 milioni di giovani risulterebbero disoccupati o in stato di povertà pur avendo un lavoro. In molti dei Paesi dove è presente Vodafone, la disoccupazione giovanile raggiunge valori record.

Trattasi di una situazione paradossale visto che molte aziende stanno facendo fatica a trovare le giuste professionalità digitali necessarie per la loro crescita futura.

Vodafone ha quindi creato una piattaforma web accessibile sia da PC che da dispositivi mobile, Future Jobs Finder, pensata appositamente con l’aiuto di psicologi, consulenti del lavoro e professionisti della formazione per offrire ai giovani una porta d’accesso a nuove competenze e opportunità di lavoro nella digital economy.

Immagine: littlehenrabi via iStock