QR code per la pagina originale

Samsung Exynos 9610, nuovo processore con IA

Il nuovo Exynos 9610 è un processore octa core in grado di elaborare gli algoritmi di machine learning usati per migliorare la qualità di foto e video.

,

Samsung ha annunciato un nuovo AP (Application Processor) che troverà posto sui futuri smartphone del produttore, probabilmente su quelli della serie Galaxy A. Exynos 7 Series 9610 potrebbe essere considerato il “fratello minore” del noto Exynos 9 Series 9810 integrato nel Galaxy S9. Il SoC supporta l’elaborazione visuale basata sul deep learning per migliorare la qualità fotografica.

Il processore, realizzato con tecnologia di processo FinFET a 10 nanometri, integra una CPU octa core (quattro ARM Cortex-A73 a 2,3 GHz e quattro ARM Cortex-A53 a 1,6 GHz), una GPU ARM Mali-G73 MP3 e un modem LTE Cat. 12/13 (600/150 Mbps). Il nuovo Exynos 9610 offre connettività WiFi 802.11ac, Bluetooth 5.0, radio FM, GPS, GLONASS, BeiDou e Galileo. È presente anche un chip Cortex-M4F che funziona da hub per la gestione dei sensori. Ciò evita di utilizzare il processore principale e quindi di ridurre i consumi. Il SoC supporta inoltre display fino a 2560×1600 pixel, memorie LPDDR4x e storage eMMC 5.1/UFS 2.1.

Le caratteristiche più interessanti riguardano la multimedialità. Exynos 9610 può sfruttare gli algoritmi di machine learning per migliorare la qualità delle immagini e dei video. Il riconoscimento facciale funziona anche se il soggetto non guarda direttamente l’obiettivo della fotocamera o se il suo viso è parzialmente coperto. È possibile inoltre applicare l’effetto bokeh anche se lo smartphone ha una singola fotocamera (fino a 24 megapixel), grazie alla rilevazione della profondità. È tuttavia supportata la configurazione dual (fino a 16 megapixel).

Il processore può elaborare i video in slow motion registrati a 1080p/480fps, codificare e decodificare video 4K a 120 fps nel formato HEVC/H.265, H-264 e VP9. La produzione di massa del nuovo Exynos 9610 verrà avviata nella seconda metà dell’anno, quindi i primi smartphone con questo SoC arriveranno sul mercato entro fine 2018.