QR code per la pagina originale

HDR su ogni TV, grazie a NTT DATA e Spectral Edge

Si chiama Vividteq ed è una tecnologia che consentirà ai broadcaster di offrire contenuti HDR anche a chi non dispone di un televisore compatibile.

,

Si chiama HDR, per esteso High Dynamic Range (o Gamma Dinamica Estesa in italiano). Permette a un televisore o a un qualsiasi altro schermo di mostrare immagini con un rapporto ottimizzato tra luci e ombre. Il risultato è una maggiore fedeltà cromatica e un’esperienza visiva evoluta nella fruizione dei contenuti multimediali. La sua diffusione è stata finora rallentata da un’eccessiva frammentazione tra i vari standard disponibili e da una spesa solitamente elevata per l’acquisto di prodotti compatibili.

Le cose stanno però per cambiare, grazie all’arrivo di una nuova tecnologia chiamata Vividteq che sarà messa a disposizione dei broadcaster (digitale terrestri, cavo, satellite, IPTV e OTT) in modo da poter trasmettere immagini con un migliore contrasto rispetto a quanto avviene oggi, riducendo al tempo stesso il bitrate. Ciò porterà ad offrire agli spettatori contenuti HDR anche laddove questi non siano in possesso di un televisore o di un set-top box con supporto nativo agli standard in circolazione. Tra le prime realtà che ne beneficeranno figura anche Sky Italia.

Vividteq è il frutto della collaborazione tra NTT DATA Italia e Spectral Edge. La presentazione ufficiale è in programma durante il NAB Show di Las Vegas in scena dal 7 al 12 aprile, come parte di una suite di strumenti dedicati al filtraggio del colore per i broadcaster insieme a Eyeteq (correzione del colore per migliorare l’esperienza riservata agli spettatori daltonici) e Nighteq (riduzione dei toni blu per la visione serale). Ciò che fa Vividteq è elaborare i contenuti video da trasmettere in tempo reale, analizzando e ottimizzando ogni singolo fotogramma. Queste le parole di Riccardo Ferrari, Vice President di NTT DATA Italia.

In NTT DATA siamo da sempre focalizzati nell’offrire ai nostri clienti broadcast tecnologie innovative in grado di migliorare l’esperienza visiva e, di conseguenza, di aumentare la loro competitività. Vividteq di Spectral Edge rappresenta una notevole evoluzione tecnologica, perché consente ai broadcaster di fornire un’esperienza di tipo HDR senza le spese per la sostituzione delle apparecchiature obsolete.

Ci si trova dunque al cospetto di una tecnologia che va ad agire a monte sul contenuto, per ottimizzarlo prima che giunga sullo schermo e agli occhi dello spettatori. In questo modo anche chi non dispone di un televisore con requisiti necessari alla visione di contenuti HDR potrà godere di una migliore esperienza d’intrattenimento. Il commento di Rhodri Thomas, CEO di Spectral Edge.

La tecnologia HDR per le TV ha impiegato troppo tempo ad arrivare nel salotto di casa a causa di standard frammentati, che hanno portato a ritardi nella disponibilità di TV e set-top box abilitati. Con Vividteq disponibile in rete, chiunque può ora godere di una qualità dell’immagine migliorata utilizzando la propria tecnologia pre-esistente. Affrontare questo tema consentirà alle emittenti di distinguersi senza costi extra per la larghezza di banda, attirando e trattenendo più clienti. La combinazione tra l’abilità di Vividteq nell’offrire un’esperienza simile a quella di un HDR e la portata e la competenza di NTT DATA contribuirà a rendere più facile questa differenziazione.

Fonte: NTT DATA Italia • Immagine: Dmytro Aksonov / iStock