QR code per la pagina originale

Google testa lo scroll infinito su mobile

Invece di cliccare sul pulsante per la pagina successiva, Google mostra ora su mobile più risultati sulla stessa pagina, con scroll infinito: ecco il test.

,

Google sta testando un pulsante “Altri risultati” nell’interfaccia mobile dei risultati di ricerca, una nuova funzionalità che elimina la necessità di dover aprire la pagina successiva quando si cerca qualcosa sul noto motore. Con un solo clic sul pulsante si ha infatti la possibilità di consultare più risultati senza paginazione alcuna.

La notizia era già nell’aria da un po’ di mesi ma è stata appena confermata da Danny Sullivan di Google attraverso Twitter, il quale ha spiegato che questo test è stato eseguito in questi ultimi giorni: il pulsante “Altri risultati” è adesso visibile a moltissimi utenti – ma non a tutti – che effettuano ricerche su Google attraverso uno smartphone.

Quando gli utenti toccano “Altri risultati”, ciò che si troverà in una nuova pagina viene semplicemente caricato al di sotto dei risultati attualmente visualizzati, senza appunto alcuna paginazione. Non è chiaro se questa novità potrebbe mai apparire anche sulla versione desktop della ricerca di Google, ma su mobile ha perfettamente senso.

Sembra che Google stia testando frequentemente nuove interfacce utente per ottenere risultati migliori, e per offrire ai propri utenti un servizio sempre più accessibile e fruibile in modo più veloce da dispositivi mobile, ma non è chiaro come e se la funzionalità “Altri risultati” avrà un impatto sulla SEO (ottimizzazione sui motori di ricerca). Uno scroll infinito favorisce l’utente che, evitando di cliccare sulla pagina successiva per visualizzare più risultati di ricerca, potrebbe dunque esser portato a cliccare su siti che si trovano non necessariamente ai primi posti della SERP per quella determinata chiave di ricerca. Il nuovo pulsante potrebbe dunque cambiare il modo in cui le persone navigano su Google e ciò potrebbe portare qualche novità per chi si occupa di ottimizzazione di contenuti.

A ogni modo, anche se Google sta testando questo nuovo pulsante su più persone ora, non è chiaro quanto tempo ci vorrà prima che venga distribuito a tutti gli utenti.