QR code per la pagina originale

Apple: una serie TV sulle Fondazioni di Asimov

Apple ha ordinato la produzione di una serie TV basata sul Ciclo delle Fondazioni di Isaac Asimov: ecco tutti i dettagli già emersi sullo show.

,

Nuovo progetto televisivo per Apple, società ormai sempre più pronta a investire nell’intrattenimento in streaming. Dopo essersi aggiudicata alcune delle produzioni più attese della stagione, tra cui il reboot di “Storie Incredibili” e una nuova serie con Jennifer Aniston e Reese Witherspoon, il gruppo di Cupertino pensa in grande. L’azienda californiana ha infatti ordinato una serie TV fantascientifica basata sul Ciclo delle Fondazioni di Isaac Asimov, così come confermato da diverse testate a stelle e strisce.

Secondo quanto reso noto da Variety e Deadline, e ripreso da ArsTechnica, la serie TV vedrà David S. Goyer e Josh Friedman alla sceneggiatura e alla produzione. Si tratta di due professionisti già largamente noti nell’universo dei lungometraggi e degli show sci-fi, basti pensare a titoli come “Batman Begins” o l’intero franchise di “Terminator”. A realizzare la serie sarà Skydance Television, la stessa casa di produzione responsabile di “Altered Carbon”, titolo ormai cult apparso da qualche tempo su Netflix.

Il Ciclo delle Fondazioni, e in particolare la Trilogia delle Fondazioni, vede un iniziale gruppo di tre romanzi scritti a partire dal 1951, poi ripreso e ampliato negli anni ’80. La saga, che si estende su un arco narrativo di più secoli, è incentrata sulla figura di Hari Seldon, uno scienziato impegnato nella previsione del futuro tramite la psicostoriografia, un complesso metodo matematico

Da sempre l’universo del cinema e della televisione si dimostra interessato al Ciclo delle Fondazioni, tuttavia una trasposizione effettiva non è mai stata realizzata, per la difficoltà di portare sul piccolo e sul grande schermo un arco narrativo di diverse centinaia di anni. Tuttavia, l’opera di Asimov ha influenzato altre produzioni fantascientifiche, da “Star Wars” a “Guida galattica per autostoppisti”, mentre in passato Fox, Warner Bros e il regista di “Independence Day” Roland Emmerich avrebbero tutti cercato di avviarne una trasposizione.

Al momento, nulla è emerso sui dettagli della produzione né sul possibile cast, in ogni caso la serie dovrebbe apparire su Apple Music, piattaforma sempre più orientata all’intrattenimento a 360 gradi, ben oltre alla musica.

Fonte: Ars Technica • Immagine: Wikipedia