QR code per la pagina originale

Oliver Schusser alla guida di Apple Music

Apple ha promosso Oliver Schusser alla posizione di VP di Apple Music & International Content: guida il servizio a livello globale e riporterà a Eddy Cue.

,

Ora che il servizio di streaming musicale con la mela morsicata ha superato ufficialmente i 40 milioni di abbonati a pagamento, Apple ha annunciato di aver promosso Oliver Schusser per guidare la crescita di Apple Music in tutto il globo. È ufficialmente il nuovo vicepresidente di Apple Music & International Content, dunque adesso si trasferirà dagli uffici a Londra in California, dividendo il suo tempo tra l’Apple Park a Cupertino e gli uffici Apple a Culver City.

Apple ha confermato a The Verge che Schusser riferirà al vicepresidente senior di Apple, Eddy Cue, e sarà responsabile della gestione di Apple Music, oltre a gestire servizi Apple come App Store e iTunes al di fuori degli Stati Uniti. Assunto proprio da Eddy Cue 14 anni fa, in precedenza ha guidato i lanci nei mercati internazionali di alcuni importanti servizi della mela tra cui App Store, iTunes Store e iBooks, oltre ad aver gestito le relazioni con le etichette musicali, gli studi e i publisher sempre al di fuori del territorio statunitense. In passato aveva anche lavorato per Bertelsmann, Universal, Napster e Vodafone.

I successi raggiunti in questi anni rendono la promozione di Oliver Schusser logica per gestire la continua crescita di Apple Music, in questo momento in particolare dato che la società guidata da Tim Cook sembra essere intenzionata ad espandere notevolmente la portata del proprio servizio di musica in streaming oltre gli USA. Rimane ancora poco chiaro il ruolo di Jimmy Iovine, che si vocifera tornerà in estate a un ruolo di consulente. Con la promozione di Schusser, Tracey Hannelly, dirigente commerciale di Apple, è stata promossa a guidare i servizi internazionali in 155 mercati.

Gli attuali 40 milioni di abbonati paganti ad Apple Music risiedono in ben 155 Paesi del globo, e il servizio ha attualmente un tasso di crescita mensile del 5%, mentre gli abbonati a Spotify sono cresciuti del 2% al mese: dati che suggeriscono che lo streaming musicale con la mela morsicata potrebbe superare quello della compagnia svedese nel prossimo periodo. Anche se Apple ha ancora una strada da percorrere prima di raggiungere i 70 milioni di utenti Spotify in tutto il mondo, l’ascesa di Schusser potrebbe aiutarla a raggiungere i propri obiettivi.

Fonte: Variety • Via: The Verge • Immagine: mrmohock via Shutterstock