QR code per la pagina originale

Fatturazione mensile, Wind e 3 Italia rimborsano

Wind e 3 Italia hanno deciso di rimborsare i loro clienti dell'eccedenza addebita a seguito dei rincari per il passaggio alla fatturazione mensile.

,

Wind e 3 Italia stanno comunicando ai loro clienti che inizieranno a rimborsarli a seguito della rimodulazione tariffaria chiesta da AGCM sui rincari previsti per il passaggio al sistema di fatturazione su base mensile. Come noto, a seguito delle modifiche al sistema di fatturazione, gli operatori italiani, tra cui Wind e 3 Italia, avevano deciso di aumentare le tariffe dell’8,6% per spalmare i mancati introiti derivanti dalla perdita del tredicesimo canone su tutte le altre rate mensili.

Una procedura che non era piaciuta all’AGCM che aveva ordinato agli operatori, sospettando un cartello, di bloccare questi aumenti e di procedere ad una rivisitazione dei loro listini in maniera autonoma. Wind e 3 Italia, a quel punto, avevano scelto di ritoccare gli aumenti, abbassandoli leggermente, applicando un rialzo dell’8,3% (-0,3%). Adesso, sia Wind che 3 Italia hanno annunciato che rimborseranno la differenza tra l’importo addebitato con il rincaro originale dell’8,6% e l’effettivo costo calcolato con il rialzo dell’8,3%. In pratica, rimborseranno quello 0,3% in eccedenza.

Wind rimborserà i soli rinnovi effettuati dal 3 al 15 aprile 2018 e i soldi saranno riaccreditati entro il prossimo 2 maggio e il riaccredito sarà arrotondato a favore del cliente a 10 centesimi di euro, per gli importi inferiori a questo valore.

Wind ricorda che dal 3 aprile 2018 tutte le offerte e opzioni si rinnovano su base mensile.
Comunica inoltre che per le opzioni originariamente a 28 giorni la variazione del costo nominale, ove prevista, passa dal +8,6% precedentemente annunciato alla minore percentuale del +8,3%, con una conseguente diminuzione della spesa annuale.
Tale variazione viene introdotta a partire dal 16 aprile 2018.
Per i soli rinnovi effettuati dal 3 al 15 aprile 2018 Wind restituirà automaticamente, entro il 2 maggio 2018, la differenza tra quanto addebitato e il costo calcolato applicando la nuova percentuale del +8.3%.
Tale riaccredito verrà arrotondato a favore del cliente a 10 centesimi, per tutti gli importi inferiori a questo valore.

3 Italia, invece, rimborserà i rinnovi tariffari effettuati dal 24 marzo al 15 aprile.

Tre ricorda che dal 24 marzo 2018 tutte le offerte e opzioni si rinnovano su base mensile.

Tre comunica inoltre che per le opzioni originariamente a 28 giorni la variazione del costo nominale, ove prevista, passerà dal +8,6% precedentemente annunciato alla minore percentuale del +8,3%, con una conseguente diminuzione della spesa annuale. Tale variazione sarà introdotta a partire dal 16 aprile 2018.
Tre riaccrediterà automaticamente la differenza tra l’importo addebitato e la suddetta variazione migliorativa per i rinnovi effettuati dal 24 marzo al 15 aprile. Rimane invece invariato l’eventuale incremento del +10% di minuti, SMS e GIGA.

Fonte: Wind • Via: Tre Italia • Immagine: SARINYAPINNGAM via iStock