QR code per la pagina originale

Google Pay arriva sul Web e su iOS (non in Italia)

Il nuovo sistema unificato di Google dedicato ai pagamenti estende il suo raggio d'azione, con il debutto sui browser desktop e sui dispositivi iOS.

,

Con il debutto annunciato nel mese di gennaio, Google Pay è la nuova piattaforma del gruppo di Mountain View dedicata ai pagamenti. Si tratta di una soluzione all-in-one, nata sostanzialmente dalla fusione tra Android Pay e Google Wallet, che offre funzionalità utili sia per portare a termine gli acquisti sugli store online che all’interno dei negozi fisici. Oggi si registra il suo nuovo step evolutivo.

Con un post condiviso attraverso il blog ufficiale, bigG conferma l’arrivo di Google Pay sui computer e sui dispositivi con sistema operativo iOS (iPhone), mentre l’applicazione per Android è già disponibile per il download da febbraio. La compatibilità viene dunque estesa ai browser Chrome, Safari e Firefox. Durante la navigazione su un sito di e-commerce, al momento di finalizzare l’ordine, verrà dunque visualizzato il pulsante “Buy with G Pay” come nello screenshot allegato di seguito. Ovviamente per poterne beneficiare bisogna trovarsi in uno dei paesi al momento supportati dal servizio, tra i quali purtroppo ancora non figura l’Italia: Australia, Canada, Polonia, Russia, Regno Unito e Stati Uniti.

I pagamenti di Google Pay fanno il loro debutto ufficiale sui browser desktop, nei paesi in cui il servizio è attivo

I pagamenti di Google Pay fanno il loro debutto ufficiale sui browser desktop, nei paesi in cui il servizio è attivo (immagine: Google).

Nel suo post, Google ricorda tutte le funzionalità incluse in G Pay: dal salvataggio delle informazioni relative alla carta di credito con tutti i dispositivi connessi all’account fino alla compilazione automatica di campi relativi a indirizzo di fatturazione o di spedizione con Chrome, dalla possibilità di pagare gli acquisti dei negozi con lo smartphone in modalità contactless all’aggiunta immediata delle nuove carte di credito senza nemmeno attendere che la tessera venga spedita a casa, senza dimenticare l’accesso a offerte e promozioni esclusive basate sugli acquisti effettuati e sulla geolocalizzazione. Al momento non è dato a sapere quando il servizio arriverà in via ufficiale nel nostro paese.

Fonte: Google • Via: 9to5Google • Immagine: Pixabay