QR code per la pagina originale

Facebook ristruttura il management

Dopo 15 anni e lo scandalo privacy, Mark Zuckerberg ristruttura pesantemente Facebook riorganizzandone 3 divisioni principali e nominando nuovi leader.

,

Facebook ha appena effettuato uno dei più grandi cambiamenti di gestione nella storia del social network: Mark Zuckerberg è ancora a capo dell’azienda e anche il ruolo di Sheryl Sandberg non ha subito modifiche ma la compagnia è stata riorganizzata con nuovi leader per WhatsApp, Messenger, l’app principale di Facebook e numerose altre divisioni.

La riorganizzazione avrebbe lo scopo di consolidare l’azienda e chiarire chi controlla cosa dopo un lungo periodo di crescita e numerose acquisizioni, secondo una persona coinvolta nella vicenda. Così, dopo 15 anni di attività, Mark Zuckerberg ha riorganizzato Facebook in tre gruppi principali: “Family of Apps”, che comprende Instagram, l’app principale di Facebook, Messenger e WhatsApp; “New platforms and infrastructure”, dedicata a intelligenza artificiale, realtà aumentata e realtà virtuale, blockchain e ingegneria, e “Central Product Services”, che si occuperà della gestione dei team pubblicitari, analitici e dei prodotti.

Una settimana dopo aver appreso che il co-fondatore e CEO di WhatsApp Jan Koum lascerà Facebook, è stato riferito che Chris Daniels, VP responsabile dell’iniziativa Internet.org di Facebook per fornire connettività web nei mercati emergenti, guiderà da ora WhatsApp. Il vecchio ruolo di Cox come capo dell’app core di Facebook sarà assegnato a Will Cathcart. Chris Cox, in precedenza responsabile dell’app core di Facebook, supervisionerà l’unità “Family of Apps“, ovvero l’applicazione mobile del social network in blu, Instagram, Messenger e WhatsApp. Instagram continuerà a essere gestita da Kevin Systrom, co-fondatore della piattaforma e CEO di lunga data.

David Marcus lascerà il suo ruolo di capo di Messenger per dirigere un gruppo esplorativo dedicato alla blockchain sotto Mike Schroepfer e insieme a Kevin Weil di Instagram, e sarà Stan Chudnovsky – già capo del prodotto di Messenger – a prendere la guida del servizio. Javier Olivan supervisionerà la divisione dedicata ai servizi centralizzati, ovvero la “Central product services”.

Trattasi di una grande ristrutturazione del management che potrebbe anche aprire la strada a cambiamenti importanti su Instagram, Messenger e/o WhatsApp, servizi che con il tempo hanno assunto una grandissima importanza per le prospettive di crescita a lungo termine di Facebook. Segnalate per la prima volta dal sito Re/Code, l’azienda guidata da Mark Zuckerberg ha confermato le mosse al personale ma si è rifiutata di commentare le motivazioni dietro tali scelte, che arrivano nel periodo immediatamente successivo allo scandalo Cambridge Analytica che ha anche portato Mark Zuckerberg a testimoniare di fronte al Congresso statunitense.

Fonte: Re/Code • Via: TechCrunch • Immagine: FLDphotos | iStock