QR code per la pagina originale

Google I/O 2018: l’evoluzione di Google Maps

Suggerimenti personalizzati e indicazioni stradali in realtà aumentata: sono molte le novità per Google Maps annunciate dal palco dell'evento I/O 2018.

,

220 paesi di tutto il pianeta mappati, oltre un miliardo di utenti attivi costantemente alla ricerca di informazioni e indicazioni: sono questi i numeri di Google Maps, una piattaforma di cruciale importanza per il gruppo di Mountain View, anch’essa protagonista sul palco del keynote che ha aperto l’evento I/O 2018 rivolto alla community di sviluppatori.

Le novità annunciate, in arrivo entro i prossimi mesi, renderanno il servizio sempre più personale e confezionato su misura in base alle esigenze di ognuno, ben più di una semplice mappa da consultare come un tempo si faceva con le cartine tradizionali per calcolare il tragitto migliore dal punto A al punto B. È stata ridisegnata la sezione Esplora, che ora visualizza in modo proattivo informazioni ritenute importanti per l’utente: dagli eventi in programma all’apertura di nuove attività commerciali o ristoranti in una determinata zona. Il comportamento di questa feature fa leva sulle recensioni scritte dalle guide locali e da alcuni esperti o addetti ai lavori. Ovviamente, trattandosi di algoritmi di machine learning, anche in questo caso la precisione dei suggerimenti andrà via via migliorando nel tempo con l’utilizzo.

Google Maps: Esplora

Google Maps: Esplora

Ci sono poi schermate che riassumono in modo chiaro e facilmente consultabile gli eventi in programma, le attività da svolgere, le location da visitare e i trend del momento.

Google Maps: eventi, attività, cose da fare nei dintorni e top list

Google Maps: eventi, attività, cose da fare nei dintorni e top list

Interessante il rating Your Match visualizzato per ogni ristorante o locale, che mostra quanto l’offerta potrebbe essere gradita all’utente prendendo in considerazione diversi fattori: ciò che Google conosce sull’attività, le preferenze espresse in termini di cibo e bevande, i posti già visitati e le recensioni scritte in passato.

Google Maps: Your Match

Google Maps: Your Match

Migliorano anche le opzioni di condivisione offerte da Google Maps, con quelle che vengono chiamate shortlist: un elenco di location da inviare ad amici o familiari, al quale anche gli altri membri del gruppo possono aggiungere elementi. Una volta deciso dove andare sarà più semplice effettuare una prenotazione.

Google Maps: lista condivise

Google Maps: lista condivise

Tra le new entry anche la scheda For You che mostra consigli personalizzati a chi è alla ricerca di cosa fare o dove andare, portando all’attenzione dell’utente anche l’apertura di nuove attività.

Google Maps: For You

Google Maps: For You

Molto interessante la tecnologia Visual Positioning System, abbreviata VPS, una sorta di evoluzione del GPS che combina le informazioni catturate dal modulo di geolocalizzazione con quelle acquisite dalla fotocamera, per mostrare le indicazioni stradali sul display quando ci si muove a piedi, con un sistema fortemente ispirato alla realtà aumentata.

Google Maps: Visual Positioning System

Google Maps: Visual Positioning System