QR code per la pagina originale

Samsung: assistente virtuale in ogni dispositivo

Non solo smartphone e tablet: Samsung vuole anche che ogni suo elettrodomestico e televisore funga presto da assistente virtuale vocale, tramite Bixby.

,

Non solo smartphone e tablet: Samsung vuole portare l’intelligenza artificiale in ognuno dei suoi prodotti sul mercato entro il 2020, comprese lavatrici, asciugatrici, televisori e frigoriferi. Ciò significa che anche gli elettrodomestici realizzati dal gigante sudcoreano saranno dei potenziali assistenti virtuali intelligenti, grazie alla tecnologia Bixby.

Lo scorso anno, gli smart speaker erano in ben 52 milioni di case degli statunitensi e si prevede che il numero si eleverà a 280 milioni entro la fine del 2022, secondo il ricercatore di mercato ABI. La nota azienda produttrice non ha l’obiettivo di fermare le vendite degli altoparlanti intelligenti, ma di unificare tutti i suoi prodotti, consentire loro di connettersi a Internet e di rispondere alle richieste di informazioni effettuate dall’utente tramite la sua voce. Ciò avverrebbe mettendo a bordo l’assistente vocale di Samsung, Bixby.

Kim Hyun-suk di Samsung ha infatti dichiarato al Wall Street Journal che prevede che le funzionalità di intelligenza artificiale e di connettività a Internet saranno disponibili in tutti i prodotti Samsung entro il 2020; in parte sarà possibile raggiungere tale obiettivo costruendo un team composto da 1000 ingegneri e ricercatori focalizzati proprio sull’AI. La compagnia sudcoreana ritiene che l’unificazione di tutti i suoi elettrodomestici, televisori e dispositivi mobile attraverso l’uso di Bixby possa aumentare la popolarità e la domanda sui suoi prodotti.

Si ricorda intanto che entro la fine dell’estate Samsung lancerà Bixby 2.0, nuova versione dell’assistente virtuale proprietario dotata di funzionalità nuove, che sarà a bordo dell’atteso Galaxy Note 9. L’aggiornamento software renderà Bixby in grado di distinguere tra dieci diverse voci e l’azienda collaborerà con più terze parti al fine di offrire agli utenti sempre più possibilità d’uso.

Immagine: dolas | iStock