QR code per la pagina originale

PayPal, maggiore integrazione con Google Pay

PayPal e Google consolidano la loro partnership: entro la fine dell'ano arriveranno i pagamenti diretti ovunque sia accettato Google Pay.

,

PayPal e Google stanno dando il via ad un consolidamento della loro partnership con una maggiore integrazione di PayPal in Google Pay. PayPal, infatti, potrà essere utilizzato come sistema di pagamento per saldare tutti gli acquisti effettuati all’interno della piattaforma di Big G come fatture e bollette. Gli utenti dovranno solamente inserire i loro dati di PayPal all’interno del proprio account Google Pay per iniziare a sfruttare questa maggiore integrazione. La novità che arriverà entro la fine dell’anno, riguarderà app come Gmail, YouTube, Google Store e qualsiasi servizio che utilizza Google Pay e permetterà non solo i pagamenti ma anche i trasferimenti di denaro peer-to-peer senza dover uscire dai servizi di Google.

Questa non è la prima volta che Google e PayPal hanno lavorato insieme. PayPal, infatti, è presente come forma di pagamento all’interno di Google Play già dal 2014 per gli acquisti in-store e per le transazioni online. Inoltre, PayPal è presente come sistema di pagamento nelle transazioni nei negozi sin dallo scorso anno quando Google Pay si chiamava ancora Android Pay. PayPal, ovviamente, non è l’unico partner di Google in questo settore. Big G, infatti, può contare su partnership con Braintree, Stripe, Cybersource, Vantiv, Visa e Mastercard.

Questo consolidamento del rapporto tra PayPal e Google risulta essere molto interessante per entrambe le società. Per Google il vantaggio principale sarà che gli utenti avranno meno probabilità di lasciare i suoi siti per completare una transazione. Inoltre, Big G offrirà ai suoi utenti una nuova opzione per pagare gli acquisti. Per PayPal, invece, il maggiore vantaggio sarà quello di poter ottenere più introiti dalle transazioni.

Trattasi sicuramente di una novità molto interessante che permetterà di migliorare sensibilmente l’esperienza di acquisto di chi utilizza Google Pay.

Al momento, purtroppo, la novità sarà limitata agli utenti americani.