QR code per la pagina originale

Windows 10 Redstone 5 build 17682, le novità

Microsoft ha rilasciato la nuova build 17682 di Windows 10 Redstone 5 che introduce diverse novità tra cui alcuni miglioramenti a Sets.

,

Microsoft ha rilasciato la nuova build 17682 di Windows 10 Redstone 5, il prossimo grande step di Windows 10 che dovrebbe arrivare nel corso del prossimo autunno. Questa nuova build, disponibile per tutti gli iscritti al programma Insider che hanno scelto il Fast Ring, introduce poche ma interessanti novità. Innanzitutto, il gigante del software ha messo mano a Sets per migliorare ulteriormente l’esperienza d’uso. Sets, si ricorda, permetterà di avviare più applicazioni all’interno della medesima finestra, rivoluzionando il concetto di multitasking in Windows.

Nello specifico, Microsoft ha messo mano all’interfaccia di Sets per fare in modo che sia più evidente la possibilità di poter avviare le app. Quando gli utenti apriranno una nuova scheda in Sets, non visualizzeranno più solamente il motore di ricerca ma anche tutte le app più utilizzate. Se l’app che si intende aprire supporterà Sets, si aprirà all’interno di una nuova scheda. In caso contrario, le app di apriranno in una nuova finestra. La seconda novità importante riguarda la possibilità di gestire con più facilità la proiezione dello schermo su di un altro dispositivo in modalità wireless. Il gigante del software ha quindi deciso di introdurre una sorta di toolbar a scomparsa nella parte superiore dello schermo simile a quella presente in Remote Desktop che permetterà di avere il completo controllo della sessione in corso. Gli utenti potranno, così, gestire la connessione, scollegandosi e ricollegandosi rapidamente.

Inoltre, la casa di Redmond ha inserito anche tre scenari d’uso che permettono di ottimizzare la funzionalità di proiezione dello schermo in base al contenuto: gioco, video e produttività. Nella modalità gioco, per esempio, viene ridotta la latenza delle immagini per consentire di migliorare l’esperienza di gioco. Nella modalità video, invece, la latenza viene aumentata per fare in modo che la riproduzione dei filmati avvenga senza problemi di interruzione. Infine, la modalità produttività è un mix tra le precedenti due per fare in modo che gli utenti possano lavorare sullo schermo senza notare particolari ritardi. La modalità produttività è anche quella che Windows 10 utilizza di default.

In questa nuova build di Windows 10 Redstone 5, Microsoft ha inserito anche alcune novità per gli sviluppatori per quando riguarda il browser Edge. Arrivano, infatti, nuove API ed in particolare la nuova API WebAuthentication.

Microsoft fa anche sapere che RSAT, cioè gli strumenti di amministrazione remota, sono adesso presenti di default nel sistema operativo e non devono essere scaricati a parte.

Come ultima novità, il gigante del software ha inserito anche una nuova pagina di configurazione post-aggiornamento per modificare le impostazioni delle più recenti novità del sistema operativo.

Non mancano, ovviamente, correttivi ed ottimizzazioni. Essendo, comunque una build di sviluppo, il suggerimento è quella di testarla solamente all’interno di macchine dedicate e non sui PC di uso quotidiano.

Fonte: Microsoft • Immagine: PIX1861 via Pixabay