QR code per la pagina originale

Una Love Story su Google Foto

La nuova funzionalità Love Story dell'Assistente di Google Foto crea automaticamente un filmato romantico partendo da una raccolta di immagini e video.

,

Uno dei maggiori punti di forza di Google Foto è costituito dalla capacità del servizio di andare ben oltre il semplice storage delle immagini su server cloud, mettendo a disposizione degli utenti una serie di comodi tool per gestire il proprio archivio. Alcuni di questi sono legati a ciò che il gruppo di Mountain View chiama Assistente, una tecnologia in grado di generare contenuti personalizzati in modo del tutto automatico.

La scheda Assistente sta per arricchirsi di una nuova feature: prende il nome di Love Story e non è affatto difficile immaginare di cosa si occupi. Dopo aver selezionato due persone (l’app non sceglie il possessore dell’account di default) crea una clip che mischia fotografie e video, con la possibilità di intervenire poi eventualmente sostituendo la colonna sonora preimpostata oppure aggiungendo o togliendo elementi. L’esordio dovrebbe avvenire entro i prossimi giorni (decisamente fuori tempo massimo rispetto a San Valentino), sia nelle applicazioni mobile per Android e iOS sia sulla versione desktop della piattaforma. Di seguito un paio di screenshot.

L'applicazione Google Foto permette ora di creare un contenuto Love Story, partendo da una raccolta di immagini e e video, completamente personalizzabile

L’applicazione Google Foto permette ora di creare un contenuto Love Story, partendo da una raccolta di immagini e e video, completamente personalizzabile

Al termine dell’editing comparirà un messaggio secondo il quale l’elaborazione richiederà del tempo e che al termine verrà mostrata una notifica. Una volta giunti al termine sarà possibile riprodurre il filmato oppure condividerlo, in forma privata o sulle bacheche dei social network. Si tratta di un’ennesima, piccola aggiunta per Google Foto: il servizio, a poco più di tre anni dal lancio, è diventato una delle alternative più solide, valide e diffuse per lo storage dell’archivio di immagini e video, complice anche la sua profonda integrazione con i dispositivi mobile basati sul sistema operativo Android.

Fonte: 9to5Google • Via: Android Authority • Immagine: Pixabay