QR code per la pagina originale

Netflix colora Milano per il Pride

Netflix colora Milano con le tinte dell'arcobaleno, in occasione dell'imminente appuntamento con il Pride: ecco l'iniziativa LGBT del gruppo.

,

In occasione del tradizionale appuntamento con il Pride di Milano, in partenza sabato pomeriggio, Netflix ha deciso di colorare il capoluogo lombardo con le tinte dell’arcobaleno. Guidata dallo slogan “Rainbow is the new black”, un gioco di parole tratto dalla famosa serie del gruppo “Orange Is The New Black”, la campagna ha preso le mosse da Porta Venezia, con panchine degli autobus e della metropolitana completamente multicolor.

Non stupisce che il colosso dello streaming sia sceso in campo in occasione di un appuntamento così importante per la comunità LGBT italiana, considerato come le sue produzioni originali vedano protagonisti capaci di rappresentare l’orientamento sessuale e l’identità di genere nel modo più ampio possibile. Dalle stesse incarcerate del già citato “OITNB”, passando per show come “Grace&Frankie” e “Sense 8”, l’universo LGBT trova una casa più che accogliente dalle parti di Netflix.

L’iniziativa meneghina, oltre alle fermate dei mezzi di trasporto rese coloratissime, prevede anche alcuni interventi mirati. Dei cartelloni, ad esempio, mostrano Piper e Alex di “OITNB” e Lito e Hernando di “Sense 8”, accompagnati dalla scritta “non esistono”. Un risposta alle correnti di pensiero che, anche in tempi recenti, hanno tentato di negare l’esistenza delle coppie e delle famiglie LGBT.

La campagna è stata completata da un video, pubblicato sui canali social del colosso dello streaming, in cui appaiono alcune delle coppie arcobaleno più famose delle produzioni network. Oltre ai personaggi già citati, figurano Robert e Sol di “Grace&Frankie”, Nomi e Amanita di “Sense 8”, Sophia e Crystal di “Orange Is The New Black”, Kelly e Yorkie di “Black Mirror” e molti altri ancora. Sebbene il filmato sia dedicato unicamente alle coppie, nei commenti diversi utenti hanno simpaticamente sottolineato l’assenza di uno dei personaggi più irriverenti targati Netflix, nonché fra i più amati della comunità LGBT: Titus Andromedon di “Unbreakable Kimmy Schmidt”.

Fonte: Facebook/Netflix • Immagine: Facebook