QR code per la pagina originale

eSports: McLaren testa i piloti su PC e mobile

McLaren espande il programma Shadow Project per ricercare talenti mediante gli eSports: ecco le nuove competizioni con simulatori per PC, console e mobile.

,

McLaren continua a investire negli eSports al punto tale da espandere l’ambito del suo programma Shadow Project, che per l’edizione 2018 include non solo simulatori di corse su PC ma anche su console e dispositivi mobile. Descritto come un “programma di corse virtuali che oscura il mondo reale della McLaren”, The Shadow Project mira nello specifico a espandere la ricerca di talenti e abilità nelle competizioni virtuali.

La casa automobilistica ha notato che uno dei finalisti del 2017, il chirurgo danese Henrik Drue, ha raggiunto la fase finale nonostante non abbia mai giocato a un gioco di corse su console o PC. Si è fatto strada battendo anche alcuni rivali apparentemente più esperti per via delle sue acute capacità cognitive. La McLaren è più interessata al potenziale di qualcuno rispetto al fatto che il titolo a cui sta giocando sia realistico o meno: per questo motivo, l’edizione 2018 di The Project Shadow promette di essere più «aperta e inclusiva» di quanto ci si potrebbe aspettare.

Consentirà quindi di competere nell’ambito del motorsport virtuale non solo con i simulatori su PC come iRacing e rFactor 2, ma anche con esperienze più permissive come Forza Motorsport su Xbox One e persino con un gioco per smartphone, Real Racing 3. Come spiegato dal CEO della casa automobilistica Zak Brown:

Salire su più piattaforme nel mondo online stabilità la McLaren come un marchio importante nella comunità degli sport motoristici.

Le qualifiche online globali inizieranno ad agosto per tutti i giochi, con le semifinali e le finali amatoriali che prenderanno il via a novembre mentre le finali si svolgeranno a gennaio 2019. Saranno tutte trasmesse in diretta. Il vincitore si unirà al team eSports di McLaren per «gareggiare online contro le migliori squadre del mondo». Ulteriori dettagli saranno condivise nelle prossime settimane e gli sponsor che collaboreranno insieme alla casa automobilistica saranno Logitech G, HTC Vive, Sparco Gaming e Alienware.

Ben Payne, Direttore eSports di McLaren, ha così commentato l’espansione del programma:

La competizione dello scorso anno ha dimostrato che le abilità apprese come giocatore sono trasferibili al mondo reale. Questo è un unicum che si verifica nel genere dei racing game. Crediamo che gli esport e le competizioni del mondo reale abbiano molto da imparare l’un l’altro e la competizione dello scorso anno è stata solo l’inizio. Il McLaren Shadow Project sarà la competizione di eSport più aperta e inclusiva del pianeta. Stiamo cercando i corridori virtuali più talentuosi di tutti i paesi. Per rendere questo possibile abbiamo stretto una partnership con i più grandi marchi di giochi di corse del mondo: Real Racing 3 su dispositivi mobili, Forza Motorsport su Xbox e iRacing e rFactor 2 su PC.

Fonte: McLaren • Via: Engadget • Immagine: McLaren