QR code per la pagina originale

iPhone 2019: niente impronte a schermo

Apple non ha intenzione di inserire tecnologie a schermo per le impronte digitali, differenziandosi così da Android: è quanto rivela Ming-Chi Kuo.

,

Apple non avrebbe intenzione di introdurre tecnologie per la rivelazione delle impronte integrate negli schermi dei device, preferendo invece il sistema di riconoscimento facciale Face ID. È quanto sostiene Ming-Chi Kuo, analista sempre molto affidabile sul conto della mela morsicata, in una nota consegnata agli sviluppatori.

La possibilità di integrare un sensore per la rilevazione delle impronte digitali direttamente nello schermo è nota da tempo, considerato come diversi produttori abbiano già presentato dei prototipi. Apple, tuttavia, non sarebbe convinta delle potenzialità di questa tecnologia, ritenendo invece il sistema di riconoscimento facciale tramite fotocamere TrueDepth più affidabile. Per questa ragione, le edizioni 2019 degli iPhone del gruppo rimarranno fedeli a Face ID.

Così come Kuo sottolinea, tutti i principali produttori Android si stanno orientando per soluzioni FOD (Finger On Display) come sistema d’accesso ai dispositivi. Dai dati in possesso dell’analista, infatti, la rilevazione delle impronte digitali è vista dall’utenza come più comoda rispetto all’identificazione visiva. Allo stesso tempo, però, Apple gode di un vantaggio competitivo rispetto ai competitor, poiché i sistemi di identificazione facciale degli altri produttori non sono oggi tanto efficaci e sicuri quanto Face ID. Diversi player Android hanno implementato soluzioni per il riconoscimento facciale, ma ancora molto lontani dal complesso sistema voluto da Cupertino con TrueDepth. Una ragione, quest’ultima, che starebbe spingendo queste compagnie a investire sulle impronte digitali integrate nel display.

A livello di consumo di massa, il primo smartphone popolare con rilevazione delle impronte nello schermo potrebbe essere il Galaxy S10 di Samsung, atteso nel primo quarto del 2019. Se la tecnologia dovesse diffondersi a macchia d’olio, Apple potrebbe anche decidere di cambiare idea, rinunciando all’impiego esclusivo di Face ID per proporre soluzioni differenziate ai suoi utenti. Non resta che attendere, di conseguenza, nuove indiscrezioni provenienti dalla società di Apple Park, ovviamente dopo l’evento di presentazione degli iPhone XS atteso per il 12 settembre.

Video:Huawei Mate 30 Pro: come si usa senza Google App