QR code per la pagina originale

uTorrent Web, download e streaming nel browser

Disponibile la versione stabile di uTorrent Web che permette di cercare, scaricare e riprodurre file audio e video direttamente all'interno del browser.

,

Dopo una lunga gestazione (la versione beta era stata lanciata a maggio 2010), BitTorrent ha annunciato finalmente la versione stabile di uTorrent Web. Non è più necessario aprire un’applicazione separata, come uTorrent Classic, in quanto la ricerca, il download e lo streaming dei torrent avvengono direttamente in una scheda del browser. Al momento è disponibile solo per Windows, ma è previsto il porting su altri sistemi operativi.

uTorrent Web si installa come una normale applicazione desktop, ma all’avvio viene aperta una scheda del browser (Chrome, Firefox, Internet Explorer, Edge o Opera), invece di una finestra separata. Verrà innanzitutto chiesto di impostare uTorrent Web come client torrent predefinito, ma l’operazione può essere effettuata o meno in seguito nelle impostazioni accessibili cliccando l’icona a forma di ingranaggio in alto a destra. Qui è possibile anche cambiare la lingua e la cartella di download, svuotare la cronologia delle ricerche e disattivare la personalizzazione degli annunci.

Nella schermata ci sono inoltre le opzioni per impostare la velocità massima di download e upload in kB/s (che incide anche sulla velocità dello streaming), lanciare uTorrent Web all’avvio del computer e aprire i torrent in un’altra scheda. Nella parte superiore è presente il campo per la ricerca dei torrent. Per avviare il download è sufficiente cliccare su un link torrent tradizionale o un link magnet. In alternativa i link possono essere inseriti direttamente dal computer.

uTorrent Web può ovviamente avviare la riproduzione di file audio e video durante il download, quindi senza attendere il completamento. Per evitare il caricamento di torrent contenenti malware, l’azienda californiana ha sottoscritto una partnership con adaware, una software house che sviluppa un’estensione per Chrome e Opera. I risultati delle ricerche vengono analizzati per rilevare eventuali pericoli per la sicurezza.

La versione originale dell’applicazione, nota ora come uTorrent Classic, non verrà abbandonata, in quanto BitTorrent porterà avanti lo sviluppo di entrambe.