QR code per la pagina originale

iOS 12 è finalmente disponibile

Apple ha rilasciato l'aggiornamento a iOS 12, per tutti gli iDevice già compatibili con iOS 11: ecco le semplici procedure per l'upgrade.

,

Apple ha finalmente rilasciato iOS 12, così come anticipato questa mattina, il nuovo sistema operativo pensato per i suoi iDevice. Compatibile con tutti gli iPhone, gli iPad e gli iPod Touch già aggiornati al precedente iOS 11, il pacchetto d’aggiornamento punta a migliorare sensibilmente l’uso anche su vecchi device, grazie a una nuova tecnologia per la gestione dei cicli della CPU. Ma quali sono le procedure per scaricare l’upgrade?

Il primo passo per installare iOS 12 è la verifica della compatibilità del dispositivo in proprio possesso. Come già accennato, il sistema operativo supporta gli stessi iDevice del suo predecessore, di conseguenza potrà essere installato su iPhone 5S e successivi, tutti gli iPad Pro, tutti gli iPad Air, gli iPad classici di quinta e sesta generazione, iPad Mini 2 e successivi, nonché iPod Touch di seconda generazione.

A questo punto, è consigliabile effettuare un backup dei propri dati, nella pur remota ipotesi che qualcosa vada storto durante l’aggiornamento. Il metodo più semplice è quello di collegare il dispositivo al computer e proseguire tramite la procedura guidata di iTunes o, in alternativa, creare un backup su iCloud. Quest’ultima possibilità dipende dallo spazio a propria disposizione sulla nuvola di Cupertino, nonché dalla velocità della propria connessione: solitamente di svariati GB, il backup potrebbe richiedere svariato tempo per l’upload.

Per procedere con l’aggiornamento si possono scegliere due modalità diverse. La prima sempre con iTunes: collegando il device al computer, il software di Cupertino dovrebbe segnalare la presenza di un nuovo aggiornamento, basterà quindi seguire la procedura guidata a schermo. La seconda è la modalità OTA, tramite la funzione “Aggiornamento Software” del menu “Generali” di iOS 11: il pacchetto d’installazione verrà scaricato direttamente sul dispositivo, per poi essere automaticamente installato. È necessario avere a disposizione diversi GB di spazio d’archiviazione, affinché il pacchetto possa essere salvato, spazio che verrà ovviamente recuperato dopo aver terminato la procedura di upgrade.

Galleria di immagini: iOS 12, le foto

Immagine: Apple