QR code per la pagina originale

Microsoft, stop a Skype Classic a novembre

Microsoft ha comunicato che dal mese di novembre interromperà il supporto a Skype Classic; gli utenti sono invitati a passare alla nuova versione.

,

Microsoft interromperà il supporto di Skype Classic (Skype 7.0) a partire dal prossimo primo di novembre. Il supporto terminerà il 15 di novembre, invece, per la variante di Skype Classic per smartphone e tablet. L’annuncio è stato dato ufficialmente dalla casa di Redmond attraverso un post sul blog di Skype dove si legge che la vecchia versione del client di comunicazione potrebbe essere utilizzata ancora per un po’ di tempo ma che il suggerimento è quello di effettuare l’aggiornamento alla nuova release quanto prima per evitare ogni possibile contrattempo.

Sembra che, finalmente, Microsoft si sia decisa a pensionare ufficialmente la vecchia versione di Skype. Non è, infatti, la prima volta che il colosso del software annuncia il pensionamento della vecchia variante del suo client di comunicazione. Lo scorso luglio, infatti, la casa di Redmond annunciò che avrebbe terminato il supporto di Skype Classic a partire dal primo di settembre. Successivamente, volendo accontentare le richieste dei suoi utenti che giudicavano il nuovo Skype non ancora maturo, Microsoft decise di allungare la vita di Skype Classic oltre la data del primo di settembre.

Nel frattempo, Microsoft ha lavorato molto su Skype per renderlo maturo e per introdurre tutte quelle funzionalità che gli utenti chiedevano a gran voce. Modifiche che non sono terminate perché nei prossimi mesi arriveranno tante altre novità.

Non è chiaro per quanto tempo Skype Classic continuerà a funzionare dopo che la società avrà smesso di supportarlo. Tuttavia, come evidenziato da Microsoft, effettuare l’aggiornamento quanto prima permetterà di evitare eventuali problematiche.

In ogni caso, oggi il nuovo Skype è migliorato moltissimo e quindi gli affezionati utilizzatori di Skype Classic dovrebbero poter effettuare il passaggio senza grossi problemi.

Fonte: Skype • Via: The Verge