QR code per la pagina originale

Esports, alla Milan Games Week si allena la mente

Alla Milan Games Week Gilette, dal 5 a 7 ottobre, Gilette e PG Esports offriranno sessioni dedicate alla formazione di giovani appassionati di eSports.

,

In occasione di Milan Games Week, la principale fiera dedicata al mondo del gaming in Italia e che si terrà presso Fiera Milano Rho dal 5 al 7 ottobre, Gilette e PG Esports (organizzatore di eventi esportivi) offriranno sessioni dedicate alla formazione di giovani appassionati di eSports.

Nello specifico, Gillette e PG Esports, in collaborazione con due psicologi professionisti esperti in realtà virtuale e videogiochi, organizzeranno tre esperienze di formazione uniche per tutti i fan e i giocatori esports, le “Gillette Skills Challenges”, che vedranno come protagonisti nomi di spicco del mondo dei progamer, alle prese con simulazioni 3D, eyetrackers, videogiochi indie e molto altro. Gestione dello stress, comunicazione di team e performance i temi che saranno affrontati in modo innovativo, divertente ma approfondito, grazie al supporto degli psicologi che interagiranno coi videogiocatori e con il pubblico.

Come per i professionisti di sport tradizionali, anche i pro gamer di recente si affidano a psicologi per migliorare le proprie prestazioni attraverso “allenamenti” mentali.

Oggigiorno il gaming – spiegano gli psicologi che saranno presenti alla Milan Games Week Mauro Lucchetta e Federica Pallavicini – rappresenta una delle principali forme di ricreazione e interazione fra i ragazzi, racchiudendo in sé un enorme potenziale per l’apprendimento di numerose capacità, utilizzabili anche nel quotidiano. Inoltre, la continua crescita del settore esportivo è una dimostrazione di quanto le aspettative e l’impegno dei player stiano spingendo il concetto di “competizione” verso nuove prospettive future, dove le sfide elettroniche avranno un ruolo rilevante nelle vite dei millennials

Un settore in forte espansione quello degli eSports in Italia (dove è seguito costantemente da 1 milione di persone), ma soprattutto a livello internazionale: si prevede che il business delle competizioni gaming supereranno 1 miliardo di dollari di fatturato nel 2019.

Questo progetto si inserisce coerentemente nel percorso intrapreso in Italia da Gillette col programma “Gillette Giovani Promesse”, ideato per sostenere le giovani generazioni di sportivi, oggi non più solo intesi in senso tradizionale ma anche digitale, con gli esports. A tal proposito, Gennaro D’ambrosio, Assistant Brand Manager di Gillette Italia ha dichiarato:

Per Gillette lo sport è una componente fondamentale nella vita dei ragazzi. Lo sport, inteso prima solo nel senso più tradizionale, diventa oggi anche esport e ancora una volta Gillette accetta la sfida e unisce le forze con PG Esports per continuare ad offrire ai nuovi sportivi tutto il supporto di cui hanno bisogno.