QR code per la pagina originale

AVG 2019, sicurezza avanzata per tutti

AVG ha rinnovato AVG Free Antivirus e AVG Internet Security che nelle nuove versioni 2019 includono più protezione e una migliore gestione della privacy.

,

AVG, una delle più importanti software house specializzate in prodotti per la sicurezza informatica, ha lanciato le nuove versioni 2019 dei suoi antivirus per offrire ai suoi clienti sia maggiore protezione che una migliore gestione della loro privacy. La nuova famiglia di prodotti per la sicurezza di AVG per il 2019 include AVG Free Antivirus e AVG Internet Security che sono già disponibili anche in Italia. Tutti coloro che dispongono dei prodotti AVG potranno contare, adesso, su di una migliore protezione della privacy, su di uno scanner per il rilevamento delle minacce più efficace grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale e su di una modalità che permette di ridurre i disturbi delle notifiche mentre si eseguono applicazioni a schermo intero sul PC.

Una delle maggiori novità in tema di privacy di AVG 2019 è Sensitive Data Shield. Trattasi di uno speciale tool che permette agli utenti premium di salvaguardare i dati personali che possono avere memorizzati sui dispositivi aggiungendo un ulteriore livello di protezione. Tool che identifica i dati maggiormente sensibili e li protegge da modifiche non autorizzate sia umane che software. Decisamente utile anche la nuova funzione Do Not Disturb Mode che disabilita le notifiche mentre si eseguono applicazioni a schermo intero. In questo modo si potrà lavorare o compiere tutte le attività che si vuole sul PC senza essere disturbati.

AVG 2019 sfrutta, inoltre, l’intelligenza artificiale per essere maggiormente sicuro. In questo modo, l’antivirus riesce ad identificare i siti di phishing ed a proteggere adeguatamente tutti. L’opzione è disponibile in tutte le declinazioni di AVG 2019 e funziona automaticamente.

AVG Free Antivirus è disponibile al download gratuito. AVG Internet Security può essere testata liberamente ma poi gli utenti dovranno mettere mano al portafogli ed acquistare la licenza d’uso.