QR code per la pagina originale

Follow JC GO, il Pokémon Go dei Santi

Follow JC Go è una sorta di clone di Pokémon Go che sostituisce i mostriciattoli colorati con Santi e Beati.

,

Il successo planetario di Pokémon Go pare aver fatto drizzare le antenne anche in Vaticano, visto che da pochi giorni è nata l’applicazione Follow JC Go, una sorta di clone del gioco firmato Niantic che sostituisce i mostriciattoli colorati con Santi e Beati.

Proprio così, il meccanismo di questa app è molto simile a quello di Pokemon Go: dopo aver creato il proprio alter ego, ci si dovrà muovere all’interno della propria città, disseminata di indizi e monete, con l’obbiettivo di scovare i Santi e i Beati.

Una volta trovato il Santo di turno, questo non potrà però essere catturato come accade nell’app dei Pokemon, ma rispondendo correttamente ad alcune domande poste dallo stesso Santo il giocatore potrà aggiungerlo al suo Evangelization Team. Alla stregua del “catturali tutti”, anche per questa squadra di evangelizzazione l’obiettivo sarà ovviamente quello di trovare più Santi possibile.

Sotto al mero gioco si nasconde però un’ importante componente didattica: Follow JC Go permette infatti ai giocatori di conoscere la storia dei Santi che scoveranno. E non dimentichiamo l’aspetto salutistico, poiché durante le sessioni di gioco l’app tiene sotto controllo il livello di idratazione, alimentazione e preghiera.

Prima abbiamo parlato di monete: in Follow JC Go, infatti, molto importante il ruolo della moneta del gioco, i denarios, che saranno necessari per poter superare alcuni ostacoli o reclutare personaggi da aggiungere all’evangelization team. Interessante la possibilità di ottenere denarios in cambio di soldi reali che vanno in beneficenza. I denarios possono però essere trovati anche in giro per il mondo e guardando video pubblicitari interni all’app.

Follow JC GO è disponibile gratuitamente sia per Android che per iOS, ma esclusivamente in lingua spagnola. Il motivo è semplice: l’app è stata sviluppata dalla Fundación Ramón Pané per aiutare i più giovani nel cammino verso la Giornata Mondiale della Gioventù che si volgerà all’inizio del 2019 a Panama, dove la lingua ufficiale è, appunto, lo spagnolo.

 

Fonte: Quartz