QR code per la pagina originale

iOS 12 batte GrayKey: la polizia non ha accesso

L'aggiornamento a iOS 12 renderebbe virtualmente inutile GrayKey, lo strumento della polizia USA impiegato per lo sblocco dei dispostivi.

,

iOS 12 conferma le sue rigide misure di sicurezza, tanto da escludere anche gli strumenti impiegati dalle forze dell’ordine statunitensi per accedere agli iDevice, in assenza di password o sblocco biometrico. Secondo quanto riferito da alcune fonti forensi a Forbes, il nuovo sistema operativo renderebbe smartphone e tablet impenetrabili a GrayKay, il dispositivo hardware di recente impiegato dalla polizia per sbloccare i terminali Apple.

Noto da qualche tempo, GrayKey è uno strumento in dotazione ad alcune autorità statunitensi, un box hardware che, collegato a un iPhone o a un iPad, è in grado di ottenere l’accesso ai dispositivi anche senza il consenso del proprietario. Il funzionamento non è noto nel dettaglio, tuttavia pare che lo strumento sia in grado di effettuare una ricerca brute force delle password, sfruttando alcune debolezze di iOS.

Con l’aggiornamento a iOS 12, così come riferisce la testata a stelle e strisce, GrayKey sarebbe diventato virtualmente inutile. A oggi, non è dato sapere quali problematiche Apple abbia risolto per evitare il ricorso a questa tecnologia ed è probabile che non ne vengano svegliati i dettagli, per non fornire informazioni preziose che potrebbero portare all’elaborazione di un nuovo sistema di sblocco.

Come già ampiamente noto, da tempo le forze dell’ordine e le agenzie federali statunitensi sono contrapposte ad Apple sul tema dello sblocco e della crittografia dei dispositivi. Il gruppo di Cupertino, già con iOS 8, punta sulla privacy totale, con una crittografia end-to-end non accessibile alla stessa azienda e forti limitazioni a ogni forma di sblocco indebito. La polizia, invece, vorrebbe quantomeno l’introduzione di una “backdoor di stato” per non limitare le indagini. Schierarsi in questa diatriba non è semplice poiché, sebbene possa apparire lecito che le forze dell’ordine abbiano accesso a informazioni fondamentali per condurre le loro indagini, è altrettanto vero che una backdoor legalizzata offrirebbe una finestra d’azione anche e soprattutto a criminali e malintenzionati.

Fonte: Forbes • Via: AppleInsider • Immagine: cyano66 via iStock