QR code per la pagina originale

Gamerome 2018 vi aspetta dal 21 al 23 novembre

L'evento romano dedicato alla game industry prevede tre giorni di interessanti appuntamenti e accoglie nomi di spicco del settore.

,

Organizzato da Fondazione VIGAMUS, Gamerome 2018 avrà inizio il prossimo 21 novembre e permetterà a sviluppatori e studenti di partecipare a tre giorni di conferenze (fino al 23 novembre) per approfondire scenari dell’industria dei videogiochi. Si tratta della terza edizione dell’evento e il programma di quest’anno è particolarmente ricco di iniziative, tra talk e workshop. Non mancheranno incontri cui prenderanno parte professionisti del settore.

Saranno presenti all’evento grandi publisher provenienti da tutta Europa, così come la divisione europea di Nintendo e Bandai Namco. L’evento sarà aperto, dalle ore 9:30 presso Link Campus University, con il seminario formativo ad accesso libero “Gaming e gamification”; a seguire la tavola rotonda “Fueling Game Industry with Culture”, con Marco Accordi Rickards, Direttore Generale di Fondazione VIGAMUS.

Interessante sarà poi il Playtest del progetto Labourgames, dalle 15:00 del 21 novembre, orientato all’innovazione e al collegamento tra il mondo del lavoro e quello gaming. Soltanto nelle giornate di giovedì 22 e venerdì 23 novembre, tuttavia, si entrerà nel vivo dell’evento. Uno tra i più importanti autori di videogiochi al Mondo, infatti, inaugurerà il keynote della giornata di giovedì: nientemeno che David Cage, autore del meraviglioso Detroit: Become Human nonché di capolavori come Beyond: Due Anime e Heavy Rain.

I visitatori avranno la possibilità di organizzare riunioni con gli sviluppatori, gli investitori e i publisher, imparare dalle loro esperienze e provare i giochi del Developers Showcase con alcuni dei più interessanti titoli di sviluppatori italiani e internazionali. Chiunque fosse interessato a consultare il programma completo dell’evento e ad avere maggiori informazioni sulla modalità di iscrizione, può dare un’occhiata a questo indirizzo. Si tratta di un’opportunità interessante per esplorare le ultime tendenze della game industry e capirne le dinamiche.