QR code per la pagina originale

Opera 48 per Android blocca le notifiche dei cookie

Opera 48 per Android include una nuova funzionalità che consente di bloccare la visualizzazione delle finestre di dialogo relative all'uso dei cookie.

,

Il browser della software house norvegese non può certamente competere con Chrome, ma viene utilizzato da molti utenti che apprezzano le sue funzionalità esclusive. L’ultima in ordine di tempo è presente in Opera 48 per Android e permette di impedire la visualizzazione delle finestre relative ai cookie, rese obbligatorie dopo l’entrata in vigore del GDPR. La nuova versione include altre utili novità.

Il regolamento generale sulla protezione dei dati obbliga i gestori dei siti web a mostrare una finestra di dialogo che informa l’utente dell’uso dei cookie durante la navigazione. Tutti avranno sicuramente notato questi fastidiosi pop-up e molti avranno cliccato su “Accetto” senza nemmeno leggere la policy sulla privacy del sito. Opera per Android offre da tempo un ad-blocker integrato che ora è stato aggiornato per includere l’opzione che consente di eliminare queste finestre di dialogo.

Nelle impostazione della versione 48 è presente la voce corrispondente e quella che consente di accettare automaticamente i cookie. La funzionalità è stata testata con successo su oltre 15.000 siti, ma in alcuni casi la finestra viene mostrata ugualmente. La tecnologia sfrutta una combinazione di regole CSS e euristiche JavaScript. Ciò ovviamente non blocca automaticamente i cookie. Gli utenti possono ancora scegliere se bloccarli tutti, nessuno o solo quelli di terze parti, come avviene negli altri browser.

In Opera 48 per Android è stata aggiunta inoltre la possibilità di riaprire le schede attive prima della chiusura del browser. Su Android 7.1 e versioni successive è possibile creare una scorciatoia alla specifica funzione, premendo a lungo sulla voce corrispondente.

Scorciatoie in Opera 48 per Android

Il browser consente infine di salvare i dati della carta di credito dopo un acquisto e di impostare la dimensione del testo nelle pagine non ottimizzate per i dispositivi mobile.

Fonte: Opera • Via: The Verge • Immagine: Opera