QR code per la pagina originale

Super Smash Bros Ultimate piratato, Nintendo banna

A pochi giorni dall'arrivo sugli scaffali dei negozi di Super Smash Bros. Ultimate per Nintendo Switch circolano già in rete le prime copie pirata.

,

A pochi giorni dall’arrivo sugli scaffali dei negozi di Super Smash Bros. Ultimate per Nintendo Switch – il picchiaduro a incontri sviluppato da Bandai Namco che fa prendere a scazzottate tantissimi personaggi provenienti da universi Nintendo differenti – circolano già in rete le prime copie pirata.

In queste ore sui vari social network e su YouTube sono comparse le prime immagine e i primi video del gioco (anche intere sequenze di intermezzo in computer grafica) che, lo ricordiamo, sarà ufficialmente disponibile sul mercato il 7 dicembre 2018. Un bel danno per il colosso nipponico che infatti è già partito al contrattacco.

Nintendo sta infatti cancellando tutti i video pubblicati di Super Smash Bros. Ultimate su YouTube, Twitch e altre piattaforme video e facendo sospendere gli account che hanno pubblicato i contenuti relativi al nuovo picchiaduro del colosso di Kyoto. Dalle prime informazioni sembra che anche i relativi account Nintendo siano stati bannati a vita, il che non permetterà più l’accesso online tramite la console.

La versione pirata di Super Smash Bros. Ultimate per Nintendo Switch ovviamente non consente ai giocatori di giocare online, ma solo offline, ma ciò non ha impedito a questa copia di diffondersi in maniera massiccia sui principali canali di peer to peer.

Super Smash Bros. Ultimate e Pokemon Let’s Go sono i due titoli di punta della compagnia giapponese per la console Switch e le copie pirata potrebbe rovinare i piani di Nintendo che ha l’obiettivo di raggiungere le 20 milioni di console nell’anno finanziario in corso: per farlo il colosso di Kyoto dovrà vendere qualcosa come 7 milioni di console (come lo scorso anno) durante le festività di Natale.

Ricordiamo che Nintendo Switch con 22,86 milioni di unità vendute è riuscita a superare le vendite totali di GameCube, che fra il 2001 e il 2009 riuscì a vendere 21,74 milioni.

Fonte: Segment Next • Immagine: Nintendo