QR code per la pagina originale

Wheelie 7, l’IA di Intel che aiuta i tetraplegici

Con Wheelie 7 è possibile sfruttare l'intelligenza artificiale di Intel per muoversi con la carrozzina attraverso le movenze facciali.

,

Una delle nuove frontiere di tecnologia al servizio delle persone con disabilità riguarda la possibilità di sfruttare l’intelligenza artificiale per muoversi con la carrozzina semplicemente attraverso le movenze facciali.

In occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità (International Day of Persons with Disabilities), che si teneva ieri, 3 dicembre, è stato rilasciato il kit Wheelie 7 di HOOBOX Robotics basato sulle tecnologie Intel di Artificial Intelligence, un esempio dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale per consentire alle persone con mobilità limitata di muoversi grazie ai movimenti del viso.

Con il kit Wheelie 7 di HOOBOX Robotics, infatti, le persone possono controllare le sedie a rotelle motorizzate attraverso semplici espressioni facciali. Ci sono più di 60 persone negli Stati Uniti che stanno testano il Wheelie 7 – molti dei quali sono tetraplegici, persone con sclerosi laterale amiotrofica o anziani.

Nella giornata Internazionale delle persone con disabilità – spiega Anna Bethake, responsabile di AI for Social Good di Inte -, è importante riconoscere i modi in cui la tecnologia può aiutare le persone a ritrovare la mobilità e il controllo della propria vita. Il kit Wheelie 7 di HOOBOX Robotics è un ottimo esempio dell’uso dell’intelligenza artificiale per consentire alle persone con mobilità limitata di muoversi usando i movimento naturali del viso

Ma come funziona? Sono sufficienti 7 minuti di installazione, e poi il kit Wheelie 7 consente agli utenti di scegliere tra 10 espressioni facciali per controllare la propria sedie a rotelle motorizzate, spostandosi in avanti, girando e fermandosi.

Al posto di sensori invasivi per il corpo, il Wheelie 7 utilizza una videocamera 3D Intel Real Sense Depth SR300 montata sulla sedie a rotelle per trasmettere i dati che gli algoritmi dell’IA poi elaborano in tempo reale per controllare la carrozzina.

Solo negli Stati Uniti d’America ci sono circa 288 mila persone che vivono con lesioni del midollo spinale e circa 17.700 nuovi casi all’anno.

Fonte: Intel • Immagine: Intel