QR code per la pagina originale

Google Flutter, SDK unico per iOS e Android

Google Flutter è uno strumento che permetterà agli sviluppatori di creare app per iOS e Android con un unico codice.

,

Google ha rilasciato oggi la prima versione ufficiale di Flutter, che quindi esce dalla fase beta. Si tratta di un software per sviluppatori che permette a questi ultimi di realizzare le proprie app in maniera cross-platform, ovvero, una volta pronte, saranno compatibili sia con Android che con iOS allo stesso modo.

Gli utenti ovviamente non se ne rendono conto, ma a livello di sviluppo creare un gioco per iOS o per Android è molto diverso e uno strumento (SDK) come Flutter semplificherà la vita, e non poco, alle tante software house per il mondo mobile.

Ma come funziona? In primis il motore grafico utilizzato è lo stesso per entrambe le piattaforme – iOS e Android – che si chiama Skia, una “costola” di Google Chrome. Per gli sviluppatori che già conoscono i classici linguaggi di programmazione come Java o JavaScript, niente paura: Flutter sfrutta Dart che è molto simile ai due di cui sopra e semplice da imparare.

E non è finita qua: non fa in tempo ad uscire dalla fase beta, che Flutter riceverà già un importantissimo aggiornamento, o meglio, la sua evoluzione: Hummingbird. Con questa piattaforma non solo le app sviluppate saranno compatibili con entrambi i sistemi operativi iOS e Android senza dover toccare alcuna riga di codice, ma anche con tutti i dispositivi presenti sul mercato: smartphone, tablet, browser e PC.

In questo caso il vantaggio sarebbe anche per gli utenti e non solo per gli sviluppatori, visto che non ci si dovrà più preoccupare della compatibilità dell’applicazione o del gioco di turno su un device o sull’altro. Al momento Hummingbird non è però ancora disponibile, e la stessa Google non ha ancora dato indicazioni su una possibile data di uscita.

Fonte: 9to5google • Immagine: Pixabay