QR code per la pagina originale

Modem Libero, come si adegua Tiscali

Tiscali è il primo operatore in Italia ad offrire ai propri clienti la possibilità di scegliere sul libero mercato il router per la connessione.

,

Tiscali ha deciso di abbracciare pienamente la delibera dell’AGCOM 348/18/CONS sul Modem Libero. Il provider, da sempre molto attento alle esigenze dei suoi clienti, ha deciso di voler offrire da subito la possibilità per i suoi clienti di poter scegliere liberamente un modem alternativo da utilizzare sia per la connettività che per i servizi voce basati sul VoIP.

Grazie ad un importante accordo di collaborazione con AVM, tra i produttori leader in Germania e in Europa di dispositivi broadband per connessioni DSL, via cavo, LTE (4G) e fibra ottica, da alcune settimane Tiscali è il primo operatore in Italia ad offrire ai propri clienti la possibilità di scegliere, acquistare e utilizzare modem disponibili sul libero mercato. Sino ad ora sono stati certificati tre modelli tra quelli di punta del produttore tedesco. Più nello specifico, sono stati sperimentati e validati il FRITZ!Box 7590, il FRITZ!Box 7530 e il FRITZ!Box 7490.

Questi modem, dunque, potranno essere utilizzati liberamente e senza problemi per utilizzare i servizi offerti da Tiscali. Inoltre, il provider sardo ha attivato sul proprio sito web una pagina di assistenza nella quale vengono segnalati i tre modem. Tiscali offre anche il pieno supporto per l’eventuale configurazione di servizi voce VoIP, dando ai suoi clienti una libertà di scelta che finora non era possibile.

L’iniziativa di Tiscali che soddisfa da subito le richieste dell’AGCOM rappresenta anche un grande vantaggio per tutti i clienti che desiderano disporre di prestazioni di alto livello e che possono finalmente scegliere il dispositivo più adatto alle proprie esigenze.

Ancora una volta Tiscali conferma quindi la sua vocazione all’innovazione, con un accordo che segna il primo passo verso il modem libero.

Immagine: deepblue4you via iStock