QR code per la pagina originale

Pokémon GO, PvP non subito accessibile a tutti

Gli scontri PvP saranno resi disponibili in Pokémon GO in maniera graduale, con accesso prioritario ai giocatori di livello 40.

,

In programma per la fine di questo 2018, le Lotte tra Allenatori sono una componente graditissima dai giocatori di Pokémon GO, ma non accessibile a tutti fin dall’inizio. Niantic ha spiegato su Twitter che la funzione sarà disponibile in via prioritaria ai giocatori di livello 40, per garantire che il servizio funzioni correttamente prima di estenderlo a un numero maggiore di utenti. I più impazienti potrebbero voler accedere agli scontri PvP insieme a tutti gli altri, ma per una volta che uno studio chiede più tempo per assicurarsi che nuovi contenuti funzionino correttamente non va certo biasimato.

Le Lotte tra Allenatori è una feature richiesta, sin dal lancio di Pokémon GO, dai giocatori che desiderano combattere con gli amici. Per sfidare un altro utente bisogna essere suo amico (da almeno 30 giorni) o scansionare il suo codice QR; nel secondo caso, sarà necessaria l’interazione fisica tra gli sfidanti (nel primo si potrà comodamente combattere da remoto).

La battaglia non è molto complicata. Segue lo stesso schema di combattimento dinamico e in tempo reale delle palestre. Quindi, dopo aver trovato un avversario, spetterà al giocatore toccare lo schermo il più velocemente possibile per caricare il proprio attacco; Niantic sta lavorando anche per aggiungere una seconda mossa caricata, in modo tale da poter scegliere la tattica migliore e rendere le battaglie più ragionate.

Con gli scontri PvP, gli allenatori potrebbero ottenere fino a tre ricompense al giorno, tra cui la pietra che consente di evolvere alcuni mostriciattoli tascabili della quarta generazione, la Sinnoh Stone. Ancora non si sa con precisione quando sarà distribuito l’aggiornamento che introdurrà le battaglie PvP in Pokémon GO, ma quasi sicuramente arriverà entro la fine di dicembre.

Fonte: VG 24/7 • Immagine: Niantic