QR code per la pagina originale

Firefox Focus, novità per Android e iOS

Mozilla ha migliorato la funzionalità anti-tracciamento in Firefox Focus per Android e aggiunto i suggerimenti di ricerca nella versione per iOS.

,

Mozilla ha annunciato importanti novità per Firefox Focus, il browser mobile che protegge la privacy degli utenti durante la navigazione. La versione per Android permette di scegliere quali contenuti bloccare, mentre la versione iOS supporta i suggerimenti di ricerca. È stato inoltre aggiornato il motore di rendering per offrire una maggiore sicurezza online con il servizio Safe Browsing di Google.

Firefox Focus è stato creato per fornire un’esperienza di navigazione “tracking-free”. I cookie o altri elementi traccianti possono essere utilizzati per seguire gli utenti (a loro insaputa) e mostrare inserzioni pubblicitarie personalizzate. Per consentire un controllo maggiore sul tracciamento è stata aggiunta la funzionalità Enhanced Tracking Protection (ETP), già disponibile su desktop a partire da Firefox 63.

Nelle impostazioni di Firefox Focus è possibile scegliere varie opzioni: blocco di tutti i cookie, nessun blocco, blocco di cookie di terze parti o blocco dei cookie traccianti di terze parti inclusi nelle liste di Disconnect. Quest’ultima, che rappresenta la nuova impostazione predefinita, consente l’uso dei cookie se contribuiscono a migliorare l’esperienza di navigazione, ma blocca il tracciamento cross-site.

Se il sito non viene visualizzato correttamente è possibile disattivare il blocco aggiungendolo alla whitelist. La ETP, quando attivata, offre anche benefici in termini prestazionali dato che le pagine vengono caricate più velocemente. Altra novità importante per la sicurezza è il supporto per il servizio Safe Browsing aggiunto al motore di rendering GeckoView. Se l’utente visita un sito incluso nella lista di Google, Firefox Focus mostra un avviso di pericolo che può essere seguito o ignorato.

Su Firefox Focus per iOS, infine, è ora presente un’opzione che permette di inviare ai motori di ricerca ciò che viene cercato, in modo da ricevere suggerimenti automatici basati sulla query.

Fonte: Mozilla • Immagine: Mozilla