QR code per la pagina originale

AirPower compare momentaneamente in Malesia

Sulla versione malese del sito ufficiale di Apple appaiono alcuni dettagli su AirPower, il pad di ricarica wireless da tempo annuncio dal gruppo.

,

La distribuzione di AirPower, l’atteso pad di ricarica di Cupertino, potrebbe finalmente cominciare a breve. Pochi giorni fa alcune fonti asiatiche hanno confermato l’avvio della produzione del dispositivo, mentre oggi è apparsa online un’importante rivelazione: nel lanciare i nuovi Smart Battery Case in Malesia, Apple si è lasciata sfuggire qualche dettaglio di troppo sul suo sito ufficiale.

Come già spiegato in mattinata, Apple ha presentato ieri i nuovi Smart Battery Case, le custodie dotate di batteria per iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR. Nella documentazione allegata sul sito malese del gruppo, però, la società di Cupertino ha inavvertitamente confermato il supporto del dispositivo con AirPower, il suo pad di ricarica.

Lo Smart Battery Case è compatibile con il pad di ricarica wireless AirPower e con altri caricatori certificati Qi.

AirPower è stato presentato diverso tempo fa, in concomitanza con il lancio di iPhone X. Nonostante le promesse, però, Apple non è riuscita a rendere il device effettivamente disponibile nei negozi, forse per problematiche di natura tecnica. La deadline del 2018 è stata perciò saltata e del pad non se n’è saputo più nulla, se non per vie non ufficiali. Pochi giorni fa, così come già accennato, alcune fonti asiatiche hanno confermato l’avvio della produzione, di conseguenza il dispositivo potrebbe finalmente giungere nelle mani dei consumatori nelle prossime settimane.

AirPower è in grado di ricaricare contemporaneamente più di un dispositivo targato mela morsicata, per un massimo di tre strumenti contemporanei, tra cui iPhone, Apple Watch e la custodia wireless per le cuffie AirPods. Al momento, tuttavia, la società di Cupertino non ha annunciato una data di effettiva disponibilità nei negozi, né se la distribuzione sarà sin da subito internazionale o, come spesso accade, solo in alcuni e selezionati mercati. Non resta che attendere, di conseguenza, una comunicazione ufficiale da Apple Park.