QR code per la pagina originale

Carta del docente: l’accredito per gli esercenti

La Carta del docente può esser spesa solamente all'interno di esercenti e di enti autorizzati; ecco tutto quello che c'è da sapere per convenzionarsi.

,

La Carta del docente è un bonus di 500 euro che il Ministero dell’Istruzione offre ad ogni anno scolastico agli insegnati per la loro formazione. Ne hanno diritto, nello specifico, i docenti di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute di cui all’art. 514 del Dlgs.16/04/94, n.297, e successive modificazioni, i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all’estero, delle scuole militari.

Grazie a questo bonus, gli insegnanti potranno acquistare libri, riviste, ingressi nei musei, biglietti per eventi culturali, teatro e cinema o iscriversi a corsi di laurea e master universitari, a corsi per attività di aggiornamento, svolti da enti qualificati o accreditati presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. I docenti compatibili con la Carta del docente dovranno dotarsi di uno SPID per poter approfittare dell’iniziativa del Ministero dell’Istruzione. Per ottenere le credenziali SPID è possibile rivolgersi ad uno degli Identity Provider disponibili come, per esempio, InfoCert, Poste e TIM.

Attraverso lo SPID, gli insegnanti potranno anche accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

Una volta in possesso del proprio SPID, i docenti potranno registrarsi all’interno del portale della Carta del docente.

All’interno del sito ufficiale della Carta del docente, gli insegnanti potranno trovare non solo tutte le informazioni su come ottenere il bonus di 500 euro ma anche tutte le istruzioni su come spenderlo. Il bonus, infatti, potrà essere speso solamente all’interno di specifici negozi ed enti autorizzati.

L’elenco degli esercenti e degli enti convenzionati è in continuo aumento. Per iscriversi e certificarsi, gli interessati devono accedere al portale della Carta del docente ed iscriversi utilizzando le loro credenziali SPID. Successivamente dovranno fornire alcuni dati come numero di telefono, recapito email, beni in vendita e tutto quanto richiesto.

All’interno del sito della Carta del docente sono incluse tutte le istruzioni per gli esercenti e gli enti che intendono iscriversi, comprese le modalità con cui gestire i buoni che i docenti consegneranno loro.

Una volta accreditati, gli esercenti potranno avere accesso ad un’area riservata dove gestire i buoni ricevuti e la fatturazione.

Immagine: PeopleImages via iStock
Questa pagina riproduce un articolo originale di Webnews.it e può essere utilizzata unicamente per finalità personali e non commerciali. L'originale si trova all'indirizzo https://www.webnews.it/?p=819285 che può essere raggiunto utilizzando il QR Code pubblicato accanto al titolo (se presente).