QR code per la pagina originale

Ecco Easydom HoMe, l’OS che impara dalla casa

È italiano il primo sistema operativo che impara le abitudini degli oggetti smart in casa per creare un ambiente unico che colmi le differenze dell'IoT.

,

Sono oltre 180 i diversi protocolli utilizzati oggi nel campo dell’Internet delle Cose. La maggior parte risiede in ambito industriale o professionale ma anche in quello consumer il panorama non è così omogeneo. Se negli ultimi mesi si sono affermati gli assistenti virtuali come Assistente Google e Amazon Alexa, capaci di gestire al meglio una vasta gamma di dispositivi connessi, molti altri non godono dello stesso supporto, perché magari usciti sul mercato tempo fa, non più aggiornati ma ancora utili.

Easydom HoMe nasce proprio per questo, e non solo. Si tratta del primo OS al mondo, dunque non un accessorio o un hub di domotica, che vuole imparare cosa una persona ha dentro casa in qualità di IoT, per apprendere il loro funzionamento, le abitudini degli abitanti e fare da ponte funzionale e semplice per una comunicazione completa, al di là di ogni differenza di protocollo. Nella pratica, il software funziona su qualsiasi sistema operativo, computer, smartphone e tablet, dal quale sarà possibile compiere varie operazioni, tra queste:

Comandare l’intera casa tramite voce con Alexa o Google Assistant
Easydom HoMe è in grado di far comunicare tutto l’impianto domotico con gli assistenti vocali di Google e Amazon. Basterà inserire le credenziali Microsoft usate su Easydom Live e i due assistenti apprenderanno tutte le funzioni dell’impianto, riconosceranno e faranno interagire gli oggetti IoT collegati alla rete attraverso i comandi vocali.

Sfruttare l’orologio astronomico integrato
La funzione orologio astronomico permette di programmare azioni legate alle fasi di alba e tramonto, giorni e mesi. Ad esempio far smettere gli irrigatori di funzionare in giardino o le luci esterne di accendersi a una determinata ora, cambiando il ritmo con il tempo. Tutte cose oggi fattibili solo attraverso le app apposite.

Far parlare i vari device IoT
Easydom HoMe integra al suo interno la ricerca automatica dei dispositivi intelligenti che si trovano all’interno dall’abitazione, un vero e proprio motore di ricerca capace di riconoscere i dispositivi compatibili.

Far comunicare gli oggetti con le Genius Expression
Per ogni oggetto smart o dispositivo collegato ad Easydom è possibile far attivare una serie di operazioni connesse all’attivazione o disattivazione dello stesso. Per esempio, si può utilizzare lo stato di un sensore dell’antifurto per abilitare o disabilitare una luce, alla percentuale desiderata. Oppure si può impostare una luce che accedendosi in una determinata fascia oraria farà partire in automatico l’apertura delle tende.

Avere un Player musicale in ogni stanza di casa
Easydom HoMe può anche diventare un vero e proprio strumento per la gestione della musica, selezionando i brandi da Spotify o da un percorso di rete. Si possono così creare anche scenari multimediali nelle varie stanze della casa.