QR code per la pagina originale

WhatsApp, aggiornamento con nuove scorciatoie

Con il nuovo aggiornamento di WhatsApp su Android vengono introdotte nuove scorciatoie per i media.

,

WhatsApp ha ricevuto un nuovo aggiornamento per la versione beta di Android, con cui si passa alla versione 2.19.18, disponibile nel Play Store. Questo nuovo update introduce diverse novità, come ad esempio alcune scorciatoie per i file multimediali nelle chat.

Una volta entrati in una conversazione, basterà aprire un’immagine contenuta in essa. Facendo tap sulle opzioni dell’immagine in alto a destra su Android (la funzione su iOS è già presente) si noteranno alcune novità. La prima è la voce “Mostra in chat” e permette di arrivare direttamente al punto preciso della conversazione in cui è presente questa immagine o video.

WhatsApp

La seconda nuova voce disponibile è “Imposta come…”, che permette di impostare questa immagine come foto profilo, come immagine principale del gruppo o sfondo. C’è poi infine la voce “Ruota”, che ha sostituito le precedenti “Ruota a sinistra” e “Ruota a destra”. Coloro che vorranno provare queste novità devono scaricare la versione Beta di WhatsApp, ma arriveranno sicuramente a breve per tutti.

Nei giorni scorsi la popolare app di messaggistica ha avuto alcuni problemi, non ha funzionato in diverse parti del mondo. Inoltre è notizia recente che la stessa società limiterà l’invio dei messaggi inoltrati solo a 5 chat. Inoltre sarà anche rimosso il tasto di inoltro rapido che si trova accanto ad ogni singolo messaggio. Già negli scorsi mesi c’è stato un aggiornamento in tal senso, quello che specifica che un determinato messaggio è stato “inoltrato” sotto al testo.

Queste sono mosse importanti per la società per combattere il fenomeno dilagante delle fake news, che in paesi come l’India stanno spopolando tramite questa piattaforma. Il problema starebbe principalmente, infatti, proprio nell’inoltro senza sosta di notizie false e che hanno accusato persone di delitti non commessi. Alcune di queste bufale hanno portato anche a gravi conseguenze, come l’omicidio.